informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Potenziare il cervello: tecniche, metodi ed esercizi

Commenti disabilitati su Potenziare il cervello: tecniche, metodi ed esercizi Studiare a Napoli

L’esigenza di potenziare il cervello può nascere in momenti e contesti diversi della vita; in generale è legata al bisogno di migliorare le prestazioni della mente per rendere il massimo in ambito scolastico o lavorativo.

Tutti sappiamo che l’essere umano utilizza in media soltanto il 10% del cervello, ma non tutti sono a conoscenza del fatto che si può lavorare per aumentare l’esigua percentuale.

Ora  starai pensando probabilmente alle famosissime tecniche di memoria, ma in questa sede è il caso di lasciarle un attimo da parte; la loro finalità ultima è semplicemente quella di aumentare le capacità di memorizzazione e per quanto utili non rappresentano lo strumento idoneo per aumentare la memoria.

In questo post noi dell’Università Telematica Niccolò Cusano di Napoli intendiamo fornirti gli strumenti per potenziare l’attività cerebrale.

Partiamo da una considerazione: il cervello è un muscolo e in quanto tale può essere allenato: attraverso l’adozione di un particolare stile di vita coadiuvato da una serie di esercizi pratici.

Abitudini quotidiane

Partiamo da qualcosa di molto semplice, ovvero da quello che facciamo ogni giorno.

Le nostre abitudini quotidiane, a seconda di quali siano, possono influenzare positivamente o negativamente le performance cerebrali.

Di seguito ti indicheremo qualche piccolo accorgimento/suggerimento che ti aiuterà a migliorare  le capacità che fanno riferimento alla memoria, all’attenzione, alla logica e alla concentrazione.

Alimentazione

Ebbene sì, per quanto non ti piaccia sentirlo l’alimentazione condiziona la nostra esistenza, sia a livello fisico che mentale.

Il regime alimentare influisce sulle funzioni cerebrali e questo perché il cervello riceve le sostanze di cui si nutre dal cibo. Ecco perché si dice: ‘siamo quello che mangiamo’.

Sappiamo tutti che esistono in commercio tante tipologie di vitamine per la memoria e integratori per potenziare il cervello, ma in questa sede ti consiglieremo semplicemente di seguire una dieta sana, possibilmente ricca di Omega3 (acidi grassi essenziali presenti nel pesce) frutta e verdura.

Esercizio fisico

Abbinata ad un’alimentazione sana non può che esserci l’esercizio fisico.
Infatti, proprio come il cibo, il movimento è un toccasana per il benessere di corpo e mente.

Se la parola ‘palestra’ ti fa venire l’orticaria, anche una passeggiata a passo sostenuto svolge la sua importante funzione rigenerante.

Riposo

All’allenamento deve corrispondere anche un’adeguata quantità di riposo.

Dormire un numero di ore sufficiente a notte è importante per consentire al cervello di riorganizzare le informazioni immagazzinate durante la giornata.

Altri consigli

In generale, per mantenere attivo e stimolare il cervello è consigliabile fare periodicamente qualcosa di nuovo (provare una nuova ricetta, cambiare la strada per tornare a casa ecc.), per creare ‘nuovi’ percorsi neurali.

E’ altrettanto importante essere curiosi e pensare sempre positivo.

Come allenare il cervello

esercizi per la mente

Per potenziare il cervello bisogna allenarlo, proprio come facciamo con gli altri muscoli del corpo.

Dopo averti suggerito le abitudini quotidiane che contribuiscono a migliorare le performance cerebrali ti indicheremo nei prossimi paragrafi una serie di esercizi per la mente, i cui risultati/benefici si fondano su dati concreti di studi, analisi e statistiche.

Ecco i più efficaci.

Scrivere con l’altra mano

Con ‘l’altra mano’ intendiamo quella che non utilizzi abitualmente.

Per comprendere meglio: se sei destro, durante l’esercizio dovrai scrivere con la mano sinistra; se sei mancino dovrai scrivere con la destra.

L’allenamento in questione stimola le attività sinaptiche (da sinapsi: strutture che mettono in comunicazione le cellule nervose) del cervello che normalmente sono poco utilizzate.

Memorizzare e ricordare

Siamo ormai tutti dipendenti dallo smartphone e in generale da tutti quei dispositivi mobile che in qualche modo agevolano la gestione delle piccole attività quotidiane.

Se da un lato alleggeriscono la mente, sostituendosi ad essa nei calcoli, nel ricordare scadenze e impegni, nel recupero di informazioni di varia natura, dall’altro ne provocano una sorta di intorpidimento.

Piuttosto che ricorrere al cellulare ogni qual volta hai bisogno di un numero (di telefono, del passaporto, del codice fiscale, ecc) prova a memorizzarlo e a fare un piccolo sforzo di memoria quando all’occorrenza ne hai bisogno.

E’ tra gli esercizi per il cervello più efficaci per cui ti consigliamo di prenderlo seriamente in considerazione.

Leggere

Leggere ha numerosi effetti benefici; in particolare la lettura rilassa e aiuta a combattere lo stress.

Attenzione però, qui è d’obbligo un’importante precisazione: lettura sì, purché sia attiva.

Cosa significa ‘attiva’ te lo spieghiamo subito.

Per allenare la mente la lettura deve stimolare in qualche modo la fantasia, e per far sì che ciò accada bisogna fermarsi a intervalli regolari, ad esempio dopo aver terminato un capitolo o un certo numero di pagine; ripensare a quanto letto, ai protagonisti e agli eventi, ma soprattutto il rievocare le emozioni provate serve ad allenare sia la concentrazione che la memoria.

Esercitarsi con i numeri

Una delle tecniche più tradizionali e utilizzate per potenziare le capacità del cervello è utilizzare i numeri come strumenti di allenamento.

Oltre alle classiche operazioni di moltiplicazioni, che costringono a ricordare somme e riporti, è particolarmente efficace il conto alla rovescia. Contare al contrario è un’attività stimolante che impegna in un’attività usuale ma svolta in maniera diversa e insolita.

Fare Brainstorming

Sappiamo tutti come si fa brain storming; almeno una volta nella vita ci è capitato di farlo, a scuola, a lavoro o per gioco.

In sostanza si tratta di individuare una qualsiasi attività, anche la più semplice e banale può andare bene.
Per essa bisogna individuare differenti modalità di svolgimento, dalle più tradizionali ed usuali a quelle più creative e ‘assurde’.

In questo modo non solo si agisce sulla stimolazione della creatività ma si permette alla mente di spaziare e di operare senza i limiti dettati dalla logica.

Utilizzare tutti i sensi

L’uomo è abituato ad utilizzare come senso dominante la vista, che indubbiamente risulta utilissima nel processo di memorizzazione.

Il massiccio utilizzo comporta però delle conseguenze, prima fra tutte quella che potremmo definire un ‘offuscamento’ degli altri sensi che, essendo utilizzati poco, impigriscono anche le rispettive aree cerebrali a cui rimandano.

Un esercizio utile potrebbe essere quello di chiudere gli occhi e concentrarsi sulle sensazioni tattili e olfattive, durante un’attività semplice come ad esempio fare una doccia.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali