informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

5 consigli per affrontare il primo anno di lettere

Comments (0) Studiare a Napoli

Se stai per iniziare il primo anno di lettere e non sai come gestire l’approccio con il mondo universitario e le nuove dinamiche di studio allora questo post fa proprio al caso tuo.

I numerosi cambiamenti, sia per quanto riguarda i ritmi di studio che la didattica, possono risultare traumatici. Ecco perché bisogna iniziare col piede giusto, partendo da un’approfondita conoscenza del percorso che ci si appresta ad intraprendere.

Lettere: come prepare gli esami del primo anno

Per avere successo all’università non basta soltanto studiare tanto; è importante farlo con metodo, in maniera produttiva ottimizzando tempi ed energie.

Nel corso dei prossimi paragrafi cercheremo di fornire agli studenti iscritti alla facoltà di lettere qualche dritta per affrontare lo studio e gli esami del primo anno.

1 – Familiarizzare col programma e gli esami

In linea generale prima di inziare un qualsiasi percorso di studi è importante prendere confidenza con il programma e con le relative materie.

L’obiettivo è avere una panoramica chiara e completa degli esami da preparare, per poter effettuare una sorta di stima temporale e farsi un’idea dell’eventuale presenza dei cosiddetti ‘esami mattoni’, per i quali è necessario prevedere un maggiore impegno.

Prendiamo in considerazione il primo anno del corso di laurea in Lettere attivato dall’università telematica Niccolò Cusano, del quale riportiamo di seguito gli esami dei due curriculum.

Curriculum ‘Diffusione della conoscenza‘:

  • Letteratura italiana (seminario laboratoriale di analisi del testo letterario)
  • Letteratura italiana contemporanea nel contesto europeo (seminario laboratoriale di letterature comparate)
  • Grammatica normativa della lingua italiana ( seminario laboratoriale di analisi del testo)
  • Profilo di storia linguistica italiana dalla formazione alla contemporaneità
  • Linguistica generale (seminario laboratoriale di fonetica)
  • Fondamenti di lingua latina base A – seminario laboratoriale di traduzione
  • Lingua e linguistica della lingua inglese
  • Storia contemporanea
    oppure
    Fondamenti di geografia fisica e di geografia umana (seminario laboratoriale di cartografia)

Curriculum ‘Materie letterarie e linguistiche

  • Letteratura italiana (seminario laboratoriale di analisi del testo letterario)
  • Letteratura italiana contemporanea nel contesto europeo (seminario laboratoriale di letterature comparate)
  • Grammatica normativa della lingua italiana (seminario laboratoriale di analisi del testo)
  • Profilo di storia linguistica italiana dalla formazione alla contemporaneità
  • Linguistica generale (seminario laboratoriale di fonetica)
  • Fondamenti di lingua latina base A – seminario laboratoriale di traduzione
  • Lingua e linguistica della lingua inglese 01
  • Storia romana
    oppure
    Storia medievale
    oppure
    Fondamenti di geografia fisica e di geografia umana (seminario laboratoriale di cartografia)

2 – Preparare un planning

Dal momento che il primo anno di lettere corrisponde al primo approccio dello studente con il mondo universitario è importante impostare un piano di studi efficace e produttivo.

All’università cambiano le dinamiche dell’apprendimento, ma soprattutto cambiano i ritmi di studio, che diventano più intensi e serrati.

La preparazione degli esami viene organizzata in maniera autonoma dallo studente, che deve pertanto essere in grado di gestire le tempistiche nel modo giusto per arrivare al giorno della prova con un adeguato livello di preparazione.

Il time management, ovvero la gestione del tempo, è fondamentale per la facoltà di lettere ma in generale per qualsiasi altro indirizzo di studi.

Il planning è lo strumento ideale per programamre l’apprendimento giorno per giorno, e quindi per dettare i ritmi dello studio.
Si parte quindi da un’agenda, cartacea o digitale, per suddividere la quantità di argomenti da assimilare per i giorni disponibili fino a quello in cui è previsto l’esame.

Durante la realizzazione della tabella di marcia è importante essere quanto più realistici e precisi possibile, indicando quotidianamente le ore da dedicare allo studio e possibilmente anche il dettaglio degli argomenti da affrontare.

Altrettanto importante prevedere eventuali imprevisti e il tempo necessario, prima dell’esame, per ripassare l’intero programma.

3 – Contestualizzare nei periodi storici autori e correnti letterarie

La letteratura è il pane quotidiano di chi studia lettere; autori e correnti letterarie sono il fulcro intorno al quale ruotano gli esami e le relative materie.

Lo studio si basa quindi sulla memorizzazione di date e sulla comprensione delle peculiarità che caratterizzano le varie correnti letterarie.

Per agevolare la memorizzazione suggeriamo di studiare gli autori approfondendo il periodo storico nel quale sono vissuti e nell’ambito del quale hanno realizzato le proprie opere.

Il momento storico, gli eventi che lo hanno caratterizzato, le dinamiche sociali, la situazione economica sono dettagli importanti grazie ai quali è possibile ricordare più facilmente le correnti ideologiche e letterarie che hanno influenzato l’autore; risulta in tal modo più facile comprendere anche le opere che ha realizzato.

4 – Bibliografia e mappe concettuali

Gli appunti presi a lezione giocano un ruolo fondamentale per l’apprendimento degli studenti universitari; qualunque sia l’indirizzo di studi.

Per superare brillantemente gli esami di lettere del primo anno è importante approcciarsi allo studio con un metodo efficace, adatto alla tipologia di discipline previste dal programma.

Gli appunti rappresentano, a tal proposito, un valido alleato per prepararsi al meglio. Oltre a consentire allo studente di carpire gli argomenti sui quali si concentra il professore, e che potrebbero quindi essere ripresi in fase di esame, le note prese durante le lezoni identificano gli argomenti da approfondire attraverso la bibliografia proposta dal professore stesso.

Un consiglio per ordinare e rendere produttivi gli appunti è quello di utilizzare schemi e mappe concettuali, strumenti validi per organizzare e ordinare le idee, ma soprattutto per stimolare la memoria e il ragionamento.

5 – Leggere, leggere… e ancora leggere

Come accennato nei precedenti paragrafi la letteratura caratterizza in maniera preponderante l’indirizzo di studi umanistico.

Studiare soltanto per gli esami, limitandosi quindi agli argomenti e ai testi previsti dal programma può non essere sufficiente per impostare le basi per una brillante carriera universitaria.

Nozioni e informazioni astratte dovrebbero essere integrate approfondite attraverso la lettura; lettura di opere simbolo di grandi autori attraverso le quali comprendere correnti e periodi letterari.

“Credits:poznyakov/Depositphotos.com”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali