informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Matrice delle priorità: ecco come (e perché) realizzarne una

Commenti disabilitati su Matrice delle priorità: ecco come (e perché) realizzarne una Studiare a Napoli

La matrice delle priorità di Covey può diventare un supporto valido per l’organizzazione e la gestione degli impegni quotidiani.

Nell’attuale società, nell’ambito della quale i ritmi risultano sempre più incalzanti e frenetici, destreggiarsi tra le varie incombenze giornaliere, familiari, professionali e di studio è diventato davvero complicato.

Le conseguenze di una tale frenesia sfociano in condizioni di stress più o meno acute, arrivando talvolta  a provocare vere e proprie patologie psico-fisiche.

Il motivo per il quale lo stress prende spesso il sopravvento è da ricercare nell’incapacità di gestire gli impegni quotidiani con un criterio logico, produttivo ed efficiente; la motivazione principale è da ricercare nella difficoltà, riscontrata dall’essere umano in generale, a distinguere ciò che è davvero urgente da ciò che invece è semplicemente importante.

La distinzione è fondamentale in qualsiasi ambito di vita quotidiana: per gestire le scadenze e gli impegni al lavoro, per migliorare la qualità della quotidianità familiare e per organizzare in maniera produttiva lo studio all’università e la preparazione degli esami.

Ecco perché l’Università Telematica Niccolò Cusano di Napoli ha deciso di approfondire i concetti di importanza e di urgenza; ecco perché in questo post ha raccolto tutte le informazioni necessarie per utilizzare la matrice delle priorità ed apprezzarne gli innumerevoli benefici.

Urgente e importante

La gestione del tempo è un processo importante che se affrontato nel modo giusto può contribuire, concretamente, a migliorare la quotidianità di ognuno di noi, sia nell’ambito della vita privata che in quello professionale.

Anche ai ‘super-organizzati’ capita prima o poi di trovarsi nella situazione di non riuscire a decidere quale cosa fare prima di un’altra.

Prima di addentrarci nel dettaglio della matrice di Covey è fondamentale comprendere la differenza tra ‘importante’ e ‘urgente’, due termini apparentemente simili che, in realtà, nell’ambito del time management assumono un’importanza rilevante.

Le incombenze, a qualunque tipologia afferiscano, possono essere classificate in:

  • Importanti: attività che consentono il raggiungimento di determinati obiettivi di vita (professionali, di studio o personali). Potremmo definirle progetti a medio-lungo termine.
    Al concetto di ‘importanza’ bisogna affiancare quello della ‘soggettività’; ciò che risulta essere importante per noi può non esserlo per gli altri così come ciò che è importante oggi può non esserlo in un altro momento.
  • Urgenti: attività che richiedono interventi immediati; generalmente hanno una scadenza imminente.
    Si tratta di incombenze dall’urgenza oggettiva legate imprescindibilmente ad una variante temporale.

E’ facile dedurre che un impegno importante, se continuamente procrastinato, può diventare urgente.
In linea generale è consigliabile concentrarsi quotidianamente sulle cose da fare che rientrano nella categoria ‘importanti’ per evitare di ritrovarsi sopraffatti dalle urgenze.

Cos’è la matrice di Eisenhower

La mancanza di tempo può essere una sensazione o un dato di fatto; in entrambi i casi ti suggeriamo di affrontarla con la matrice delle priorità, conosciuta anche come ‘matrice di Eisenhower’ o ‘matrice di Covey’.

Dwight D. Eisenhower, presidente degli Stati Uniti, ha introdotto il modello operativo per la gestione ottimale del tempo negli anni ’50, dopo averla egli stesso sperimentata nel corso della sua carriera politica.

Successivamente, il formatore statunitense Stephen Covey ha approfondito il concetto nel libro ‘The seven Habits of Highly Effective People’, uscito sul finire degli anni ’80 e in poco tempo diventato un best seller a livello mondiale.

La sintesi estrema del concetto è racchiusa nella seguente citazione:

“Ciò che è importante raramente è urgente e ciò che è urgente è raramente importante”

Nel dettaglio il testo fornisce strategie e linee guida che permettono di impostare un time management ‘perfetto’; la matrice di Covey fornisce la metodologia per imparare a individuare le priorità e gestire gli impegni sulla base di criteri estremamente razionali.

I quattro quadranti di Covey

Se ci soffermiamo per un attimo a riflettere sulla nostra quotidianità, quasi sicuramente ci rendiamo conto che la gestione delle cose urgenti monopolizza il nostro tempo.

Per capire la quantità di tempo e di energie da impiegare in un’attività bisogna innanzitutto stilare una to do list, ossia una lista delle cose da fare.

Successivamente, sulla base della metodologia di Covey, bisogna suddividere le incombenze sulla base di 4 criteri che abbiamo sintetizzato nella seguente griglia.

URGENTE NON URGENTE
IMPORTANTE #1 da fare immediatamente
(attività non delegabili)
#2 da fare in un secondo momento
(attività da pianificare)
NON IMPORTANTE

#3 da delegare immediatamente
(attività che possono svolgere altri)

#4 da non fare assolutamente
(attività superflue)

I quattro quadranti indicano le tipologie di situazione di fronte alle quali quotidianamente ci ritroviamo, nei differenti ambiti della vita:

  • Q1 = emergenza – crisi; urgente e importante
  • Q2 = qualità – opportunità; importante e non urgente
  • Q3 = inganno; urgente e non importante
  • Q4 = spreco; non importante e non urgente

Entriamo nel dettaglio dei quattro quadranti di Covey.

Quadrante #1

Il concetto afferente al quarto quadrante della matrice di Covey è sintetizzabile con il verbo ‘gestire’.

Il Q4 include tutte quelle attività che devono essere svolte con urgenza, immediatamente e personalmente: progetti in scadenza o già scaduti, emergenze e imprevisti.
Per massimizzare gli effetti positivi derivanti dall’applicazione della metodologia esso deve contenere un numero limitato di voci; al contrario riempire il quadrante di cose urgenti da fare significa operare in condizione di emergenza, e quindi di stress.

Quadrante #2

Il secondo quadrante della matrice delle priorità di Covey è identificabile come il ‘quadrante della pianificazione’.

Include tutte quelle attività che riguardano il raggiungimento di obiettivi che portano al miglioramento della qualità della vita. In altre parole si tratta di progetti caratterizzati da una variante temporale medio-lunga.

E’ un quadrante importante, da monitorare e gestire con regolarità al fine di evitare che le cose classificate come ‘importanti’ si trasformino in ‘urgenti’ e contribuiscano ad affollare Q1.

Quadrante #3

Il terzo quadrante della matrice di Covey è definito il ‘quadrante delle distrazioni’ o anche ‘quadrante dell’inganno’ in quanto comprende tutte quelle attività da limitare, che apparentemente sembrano importanti ma che in realtà non lo sono.

In linea generale si tratta di quelle situazioni dipendenti da altre persone, situazioni esterne la cui gestione può essere affidata/delegata ad altri.

Quadrante #4

Il quarto quadrante della matrice delle priorità è definito il ‘quadrante dello spreco’ in quanto contiene tutte quelle attività superflue che inducono a procrastinare quelle urgenti e importanti.

Molto spesso capita di focalizzarsi sul quadrante numero quattro proprio per evitare gli altri, decisamente più impegnativi.

matrice di Covey

Come migliorare la gestione del tempo

Per un time management perfetto ti consigliamo di scaricare una delle numerose applicazioni studiate per consentire agli utenti di gestire il tempo in maniera efficiente.

Tra le migliori app scaricabili da Apple Store segnaliamo Focus Matrix, una sorta di organizer che facilita l’applicazione della matrice di Eisenhower.

L’applicazione presenta una grafica pratica e intuitiva basata su quattro riquadri di attività nei quali è possibile inserire, titoli, date, tag ed eventuali alert ad orari prestabiliti.

Per agevolare la lettura delle attività e identificarne immediatamente il grado di importanza i riquadri sono contraddistinti da colori differenti.
Ogni sezione può essere ingrandita così come può essere impostata la visualizzazione delle attività sotto forma di elenco.

L’applicazione può essere scaricata su dispositivi iOS nella versione gratuita o nella versione a pagamento ‘PRO’.

Ora che conosci la matrice delle priorità non ti resta che iniziare a sperimentarne gli effetti benefici sulla tua routine quotidiana. Puoi scegliere di utilizzare il metodo avvalendoti di un comunissimo foglio di carta oppue di una delle innumerevoli applicazioni disponibili per smartphone e tablet.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali