informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Mancanza di concentrazione: i consigli per liberarsene

Commenti disabilitati su Mancanza di concentrazione: i consigli per liberarsene Studiare a Napoli

Nello studio come nel lavoro la mancanza di concentrazione causa ripercussioni negative sulla produttività.

Se dopo essere stato seduto per ora alla scrivania, alle prese con la preparazione del tuo prossimo esame di Giurisprudenza o con quel progetto da presentare al tuo capo entro fine settimana, hai la sensazione di non aver prodotto abbastanza, o peggio ancora ti accorgi che realisticamente non sei riuscito a combinare praticamente nulla, significa che non ti sei concentrato abbastanza, o comunque che eri distratto da altre cose e pensieri.

Non sempre è possibile rimandare a domani, talvolta perché si hanno delle scadenze e talvolta perché la tendenza a procrastinare è un’abitudine che inevitabilmente conduce ad un accumulo di lavoro difficile da smaltire.

Per quanto ci si possa impegnare, in alcuni momenti riuscire a concentrarsi è davvero impossibile.

Esistono tuttavia innumerevoli tecniche, esercizi e abitudini quotidiane che consentono di migliorare la capacità di concentrazione.
Nei paragrafi che seguono abbiamo raccolto quelle che, a nostro avviso, risultano le più efficaci.

Difficoltà di concentrazione: cause e sintomi

Prima di parlare di rimedi è d’obbligo individuare le cause.
Da cosa dipende la difficoltà che talvolta riscontriamo nel provare a concentrarci su qualcosa che stiamo facendo?

Hai mai provato ad individuare le cause che provocano quella sorta di deficit intellettivo che ostacola la produttività?

Ti aiutiamo noi …

Tra le più comuni c’è lo stile di vita frenetico al quale l’attuale società ci sottopone.
Siamo abituati a correre a destra e a manca come palline impazzite di un flipper; siamo costantemente sottoposti alla pressione del tempo che scorre veloce e dei numerosi impegni da assolvere; la nostra mente è carica di zavorre fatte di pensieri e preoccupazioni, talvolta inutili.

Ne conseguono stati di ansia e stress, stanchezza cronica e insonnia.

La difficoltà di concentrazione può essere legata anche a cause ‘esterne’, dipendenti ad esempio dal contesto nel quale ci si trova; può capitare di lavorare in un ambiente poco illuminato, troppo rumoroso o scomodo.
Se ad esempio sei costretto a studiare a casa la difficoltà può nascere dalle continue interruzioni, volontarie e involontarie, da parte di familiari e/o coinquilini.

Non di rado la mancanza di concentrazione può dipendere anche dall’attività stessa che si sta svolgendo, che può risultare noiosa, destrutturata, demotivante o addirittura poco prioritaria rispetto ad altre cose.

Passiamo ora ad analizzare i sintomi, ossia quei segnali che indicano in maniera piuttosto esplicita un deficit di attenzione. La tendenza a distrarsi è uno dei più comuni e riconoscibili; generalmente anche una banalissima penna può trasformarsi in un motivo per distogliere l’attenzione da ciò che si sta facendo.

Altri campanelli d’allarme che indicano una palese difficoltà a rimanere concentrati sono: agitazione fisica; scarsa energia; assenza di motivazione; difficoltà a ricordare le cose; difficoltà a prendere decisioni; errori banali; controllo smodato e inutile del cellulare.

Come concentrarsi per studiare

Girovagando sul web tra i vari articoli e post che parlano di come aumentare la concentrazione ti sarai sicuramente accorto che gli approcci per risolvere la problematica sono pressoché infiniti, e soprattutto di varia natura. Dall’atteggiamento mentale all’alimentazione, dalla fitoterapia agli esercizi pratici, dalle formule magiche ai rimedi della nonna: ce n’è per tutti i gusti.

In questa pagina l’Università Telematica Niccolò Cusano di Napoli ha selezionato alcune tecniche e alcuni suggerimenti  da sperimentare nei momenti in cui la tua mente proprio non sembra intenzionata a focalizzarsi sull’attività che stai svolgendo.

Dieta equilibrata

Un’alimentazione sana, lo sappiamo bene, apporta una serie di benefici al corpo; ciò che a volte ignoriamo è che mangiare bene significa anche favorire il corretto funzionamento del sistema nervoso.

Ma cosa si intende esattamente per ‘dieta equilibrata’?

Non significa che devi seguire una dieta rigida e che devi pesare ogni singolo grammo di pasta che mangi; significa più semplicemente che devi assicurare all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno per funzionare alla perfezione.
Ad esempio diversificare gli alimenti, consumare con frequenza quotidiana i cibi ricchi di vitamine, aumentare il consumo di frutta e verdura.

Allo stesso modo è consigliabile evitare, o comunque limitare, il consumo di grassi, alcol, zuccheri e in generale di tutti i cibi di difficile digestione.

Riposo

Per funzionare nel migliore dei modi il cervello ha bisogno di ricaricare le energie per cui diventa fondamentale il riposo.

Non bisogna soltanto dormire, è importante anche dormire bene. Dalla quantità e dalla qualità del sonno dipende gran parte della capacità di concentrazione.

come aumentare la concentrazione

Esercizi fisici e mentali

Passiamo a qualcosa di più pratico: la mente è un muscolo e in quanto tale può essere allenata.

Esistono innumerevoli esercizi pratici che permettono di aumentare il livello di concentrazione.

Il nostro primo suggerimento riguarda l’attenzione sul battito cardiaco.
Non devi fare altro che posizionarti in un ambiente silenzioso e rilassare il più possibile i muscoli.

Dopo circa un minuto devi spostare l’attenzione sul battito cardiaco e sul suo ritmo, cercando di visualizzare un’immagine che raffiguri il fluire del sangue.

Un altro esercizio particolarmente efficace prende spunto da una tecnica orientale di controllo della respirazione.

Lo svolgimento è estremamente semplice: devi sederti su una sedia, facendo attenzione che lo schienale sia alto e in posizione verticale.
Premendo con un dito contro la narice destra devi inspirare per dieci secondi e successivamente espellere l’aria attraverso la stessa narice (destra).
Alterna le due narici per una ventina di volte.

Concludiamo con il metodo di allenamento che permette di combattere la mancanza di concentrazione grazie a una candela.

La tecnica, denominata Trataka, consente di migliorare la capacità di focalizzarsi sul proprio lavoro semplicemente fissando per qualche minuto la fiamma di una candela, senza sbattere le sopracciglia.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali