informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 7 migliori film sui militari da vedere

Commenti disabilitati su I 7 migliori film sui militari da vedere Studiare a Napoli

Se sei un appassionato di film sui militari allora forse dovresti fermarti qualche minuto su questa pagina.

Nel corso di questo post ti sveleremo 7 titoli che a nostro avviso dovresti assolutamente vedere se ami il genere bellico.

Eroi, automi, macchine da guerra o semplici uomini costretti a vivere gli orrori dei conflitti: i militari sono i protagonisti assoluti dei war movie, immortalati da decine di pellicole sulla guerra con l’intento di sottolineare le gesta e i sacrifici attraverso i quali è stata scritta la storia.

I film di guerra da vedere

La filmografia sui marines e sui militari in generale è incredibilmente ampia; registi di fama internazionale, nel corso degli anni, hanno ritratto i militari nei loro aspetti più disparati, talvolta analizzandone il lato duro e spietato, talvolta mettendone in evidenza il lato umano.

In questo post l’Università Telematica Niccolò Cusano di Napoli ha selezionato 7 titoli di film sui militari da vedere.

Scopriamoli insieme.

1 – Full metal jacket

Anno di produzione: 1987
Regia di Stanley Kubrick
Con: Matthew Modine, Adam Baldwin, Vincent D’Onofrio, Kevyn Major Howard, John Terry

Considerato un capolavoro della cinematografia degli anni ‘80 ‘Full metal jacket’ intende fornire una visione realistica della guerra del Vietnam.

Tratto da romanzo di Gustav Hasford ‘Nato per uccidere’ (dal titolo originale ‘The short timers’) il film racconta l’addestramento di diciassette giovani civili.
Il regista, che si è avvalso del contributo dell’ex marine autore del libro, focalizza l’attenzione dello spettatore sui metodi poco ortodossi utilizzati dal sergente Hartman per trasformare il gruppo di reclute in macchine da guerra pronte ad uccidere.

La trama mostra uno spaccato sull’orrore della guerra e sulla quotidianità dei marines americani, costretti a subire i soprusi di un addestratore feroce e brutale.

2 – Salvate il soldato Ryan

Anno di produzione: 1998
Regia di Steven Spielberg
Con: Tom Hanks, Tom Sizemore, Edward Burns, Matt Damon, Barry Popper, Adam Goldberg

Cult del genere war movie, ‘Salvate il soldato Ryan’ è uno dei film militari americani più apprezzati dalla critica.

Vincitore di ben 5 premi Oscar, il capolavoro firmato da Steven Spielberg si svolge durante i giorni dello sbarco in Normandia, una delle operazioni più delicate e complesse del secondo conflitto mondiale.

La trama narra di un’operazione militare un po’ particolare, che consiste nel ritrovare e riportare a casa l’unico di quattro fratelli sopravvissuto alla guerra e ancora impegnato sul fronte militare.

L’incarico viene affidato al capitano Miller, interpretato da Tom Hanks, affiancato da un gruppetto di otto soldati.
La missione si presenta più ostica del previsto; alle difficoltà legate agli aspetti militari in senso stretto si aggiungono le proteste della squadra, indispettita dal fatto di dover rischiare la vita per ritrovare un unico soldato.

Ryan viene ritrovato, ma piuttosto che eseguire l’ordine e tornare a casa dalla madre decide di restare al fianco dei compagni.

Attraverso le vicende di Miller, di Ryan e degli altri uomini della squadra il regista ripercorre una pagina di storia fatta di scontri brutali e morti atroci.

3 – Dunkirk

Anno di produzione: 2017
Regia di Christopher Nolan
Con: Fionn Whitehead, Tom Glynn-Carney, Jack Lowden, Harry Styles, Aneurin Bernard

Nell’ambito della filmografia della Seconda Guerra Mondiale è d’obbligo inserire la recente produzione di Christopher Nolan, intitolata Dunkirk.

La pellicola racconta uno degli avvenimenti più significativi e incredibili del conflitto: l’Operazione Dynamo.

Siamo nel maggio del 1940; centinaia di migliaia di soldati inglesi si ritrovano in trappola sulla spiaggia di Dunkirk, accerchiati dalle truppe dell’esercito tedesco.

Con una situazione che vede da un lato l’avvicinarsi del nemico e dall’altro il mare, gli alleati sembrano destinati a capitolare.

Contro ogni previsione la cittadina portuale riesce ad organizzare l’evacuazione degli alleati attraverso l’unica via di uscita possibile ossia il Canale della Manica.

L’operazione viene messa in atto e portata a termine con successo dai civili che con una flotta improvvisata, composta da imbarcazioni da pesca, da diporto e da scialuppe, riescono a salvare la vita di quasi quattrocentomila soldati.

4 – La battaglia di Hacksaw Ridge

Anno di produzione: 2016
Regia di Mel Gibson
Con: Andrew Garfield, Teresa Palmer, Hugo Weaving, Rachel Griffiths, Luke Bracey

Ambientata nel 1945, durante la battaglia di Okinawa, la pellicola si ispira alla vera storia del soldato americano Desmond Doss.

Il protagonista è un obiettore di coscienza, un giovane dai forti ideali che decide di arruolarsi nell’esercito senza imbracciare fucili.

Desmond partecipa alla Seconda Guerra Mondiale come soccorritore medico. Tra assalti, ripiegamenti, scontri cruenti e il disprezzo dei suoi stessi compagni e superiori riesce, da solo, a salvare più di 75 soldati feriti, ricevendo per il suo valore militare la Medaglia d’Onore dal Presidente Harry Truman.

film di guerra

5 – Il ponte sul fiume Kwai

Anno di produzione: 1957
Regia di David Lean
Con: William Holden, Jack Hawkins, Alec Guinness, Sessue Hayakawa, James Donald

Tratto dall’omonimo romanzo di Pierre Boulle, ‘Il ponte sul fiume Kwai’ ha ottenuto ben 7 premi Oscar, diventando così un colossal del genere bellico.

L’ambientazione è la giungla birmana; l’evento è, ancora una volta, la Seconda Guerra Mondiale.

La trama si sviluppa in un campo di prigionieri giapponese, dove il colonnello Nicholson viene spedito, insieme al suo reggimento, per costruire un ponte sul fiume per il completamento di una linea ferroviaria.

L’operazione è caratterizzata dallo scontro tra Nicholson e il colonnello giapponese Saito, deciso a coinvolgere nei lavori manuali anche gli ufficiali nonostante la convenzione di Ginevra ne prevedesse l’esonero.
Il rifiuto da un lato e le misure di coercizione dall’altro forniscono al regista lo spunto per analizzare, e in molti casi criticare, la logica militare e le dinamiche belliche.

6 – Brothers

Anno di produzione: 2009
Regia di Jim Sheridan
Con: Natalie Portman, Tobey Maguire, Jake Gyllenhaal, Bailee Madison, Taylor Geare

Remake di ‘Non desiderare la donna d’altri’ di Susanne Bier, il film Brothers analizza un aspetto della guerra che esula da quello puramente bellico, duro e crudo, ma che riguarda la lacerazione e lo sconvolgimento dei rapporti umani, sociali e familiari.

La trama racconta di due fratelli dalla personalità opposta: Sam Cahill, capitano dei marines, sposato con Grace e padre di due bambine, e Tommy, fratello minore trascurato dal padre, che conduce una vita sregolata tra boccali di birra e periodi trascorsi in cella.

La presunta morte di Sam, in missione in Afghanistan, induce Tommy a riorganizzare la propria vita e a decidere di prendersi cura della famiglia del fratello deceduto; salvo poi innamorarsi della cognata.

Il nuovo equilibrio familiare viene sconvolto dall’inaspettato rientro a casa di Sam, miracolosamente sopravvissuto alla guerra e alla prigionia.

Per i due fratelli è tempo di confronto …

7 – La sottile linea rossa

Anno di produzione: 1998
Regia di Terrence Malick
Con: Sean Penn, Jim Caviezel, Nick Nolte, Elias Koteas, Ben Chaplin, Adrien Brody

Concludiamo il nostro post dedicato ai war movie con ‘La sottile linea rossa’, capolavoro di Terrence Malick tratto dall’omonimo romanzo di James Jones.

Per quanto la pellicola affronti il tema della guerra il regista sceglie di discostarsi dai classici film bellici; il suo intento è quello di dare voce ai pensieri dei soldati, estrapolandone discorsi sull’amore, sul destino, sul bene che si contrappone al male.
Il tutto avviene tra una battaglia e l’altra, tra un compagno morto sotto le pallottole del fuoco nemico e un altro gravemente ferito che si aggrappa alla vita con tutte le sue forze.

La trama racconta la guerra del Pacifico, e più in particolare lo sbarco sull’isola di Guadalcanal finalizzato a sottrarre lo strategico presidio ai giapponesi.

L’impresa viene portata al termine, ma con il sacrificio di molte vite umane.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali