informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Film anni 50 americani: 10 pellicole imperdibili

Commenti disabilitati su Film anni 50 americani: 10 pellicole imperdibili Studiare a Napoli

I film anni 50 americani segnano una svolta cinematografica nell’ambito della quale si assiste al tramonto del cinema neorealista e all’avvio di un periodo in cui ai botteghini spopolano i melodrammi e le commedie.

La produzione cinematografica di quegli anni annovera pellicole di grande successo rimaste nella storia e diventate vere e propri cult.

L’Università Telematica Niccolò Cusano di Napoli ha raccolto in questo post i titoli che meritano di essere visti almeno una volta nella vita.

1 – Vacanze romane

Anno di produzione: 1953
Regia di William Wyler
Con: Gregory Peck, Eddie Albert, Audrey Hepburn, Artley Power, Harcourt Williams

Apriamo il nostro elenco di film anni 50 americani con una commedia romantica, ‘Vacanze romane’, una delle prime produzioni cinematografiche a rilanciare l’immagine di Roma dopo la guerra.

La trama ricorda quella di una favola …

La principessa Anna, in giro per le principali capitali europee, trascorre le ultime giornate del suo tour nella Città Eterna.
Stanca e provata dai numerosi impegni diplomatici la giovane donna decide di trascorrere qualche ora da sola per le strade della città.

Durante la sua fuga, a causa di un calmane assunto per mitigare lo stress, la principessa si addormenta su un muretto.

La sua presenza viene notata da un giornalista, Joe Bradley, che ignaro di tutto decide di portarla a casa sua; soltanto il giorno seguente l’uomo scopre l’identità della sua ospite e cerca di approfittare dell’incontro per ricavarne un articolo da prima pagina.

L’inaspettato sentimento nato tra i due induce il giornalista a rinunciare ai suoi piani e allo scoop.

2 – La gatta sul tetto che scotta

Anno di produzione: 1958
Regia di Richard Brooks
Con: Elizabeth Taylor, Paul Newman, Jack Carson, Burl Ives

Tratto dall’omonimo dramma teatrale di Tennessee Williams ‘La gatta sul tetto che scotta’ è un classico senza tempo, reso immortale dalle performance di due attori del calibro di Liz Taylor e Paul Newman.

La trama racconta le vicende della famiglia Polliot, il cui patriarca è un ricco possidente prossimo alla morte a causa di un male incurabile.

Brick e Cooper, due fratelli diversissimi tra loro, e le rispettive mogli, anch’esse totalmente diverse l’una dall’altra, sono i protagonisti intorno ai quali si sviluppano gelosie, incomprensioni, malintesi, amori non corrisposti e dissidi dettati dall’avidità nei confronti dell’eredità familiare.

3 – Viale del tramonto

Anno di produzione: 1950
Regia di Billy Wilder
Con: William Holden, Gloria Swanson, Erich von Stroheim, Nancy Olson, Fred Clark, Buster Keaton

Tra le pellicole americane degli anni 50 tutt’oggi apprezzate dalla critica è d’obbligo citare ‘Viale del tramonto’, o ‘Sunset Boulevard’ dal titolo originale.

Appartenente al genere drammatico la pellicola racconta la storia di Joe Gillis, uno sceneggiatore di Hollywood che a causa di un momento di difficoltà in ambito professionale si rifugia in una vecchia casa, apparentemente abbandonata, per sfuggire ai creditori.

In realtà la villa è abitata da Norma Desmond, vecchia diva del cinema muto che sogna di ritornare sul set; approfittando della presenza dell’ospite decide di sottoporgli il suo copione, ormai poco allineato alle evoluzioni e ai cambiamenti avvenuti nel mondo del cinema.

Joe decide di collaborare con l’attrice e di portare avanti il suo progetto cinematografico; si trasferisce nella vecchia casa ma quando si accorge che la donna è innamorata di lui, tenta di fuggire …

4 – La morte corre sul fiume

Anno di produzione: 1955
Regia di Charles Laughton
Con: Robert Mitchum, Shelly Winters, Peter Graves, Evelyn Varden

Pur rientrando nella categoria dei cosiddetti ‘film vecchi’ la pellicola firmata da Charles Laughton ‘La morte corre sul fiume’ è considerata un cult del genere drammatico.

La trama è incentrata intorno alla figura di Harry Powell, pastore protestante arrestato per furto d’auto.

In cella conosce Ben Harper, condannato a morte per aver commesso un omicidio durante una rapina.
In attesa di essere impiccato il rapinatore-assassino rivela al ‘Reverendo’ l’esistenza del bottino all’interno del suo appartamento.
Il nascondiglio è noto soltanto ai due figli piccoli, John e Pearl, i quali però hanno promesso di non rivelarlo a nessuno, neppure alla madre.

Non essendo riuscito a carpire informazioni in merito al posto in cui è nascosto il bottino Powell, uscito di prigione, decide di raggiungere l’abitazione dell’ormai deceduto compagno di cella.
Dopo aver conquistato il cuore della vedova Harper decide di sposarla per poi ucciderla nel momento in cui viene smascherato.

L’unico ostacolo tra Powell e i soldi restano soltanto i due bambini …

5 – Un uomo tranquillo

Anno di produzione: 1952
Regia di John Ford
Con: Victor McLaglen, Maureen O’Hara, John Wayne, Barry Fitzgerald, Ward Bond

Agli amanti del genere drammatico-sentimentale segnaliamo ‘Un uomo tranquillo’ (The quiet man) di John Ford.

La pellicola racconta le vicende di Sean Thornton il quale, dopo aver fatto fortuna come puglie a Pittsburg, decide di ritornare nella terra d’origine della sua famiglia, l’Irlanda.

Deciso a stabilirsi nel posto dove è nato l’ex sportivo individua la casa da acquistare, oggetto del desiderio di un altro potenziale acquirente: il prepotente e rissoso Denhaer, fratello di Mary Kate, la donna  che Sean desidera sposare.

Sean riesce a spuntare l’acquisto dell’immobile provocando l’ira del concorrente il quale per ripicca, durante le nozze nega la dote alla sorella.

film vecchi

6 – La finestra sul cortile

Anno di produzione: 1954
Regia di Alfred Hitchcock
Con: Raymond Burr, Thelma Ritter, Wendell Corey, James Stewart, Grace Kelly, Bess Flowers

Continuiamo il nostro elenco di pellicole americane degli anni 50 con il film La finestra sul cortile, una delle produzioni più famose di Alfred Hitchcock

Il thriller si sviluppa intorno a una trama che riprende gli elementi tipici del genere ‘giallo’.

La storia racconta di Jeff, un fotoreporter che a causa di una gamba ingessata è costretto a rimanere in casa.
Annoiato dalla reclusione forzata e oppresso dall’afa estiva il protagonista trascorre le giornate affacciato alla finestra del suo appartamento a ‘spiare’ la quotidianità dei suoi vicini.
Tra i soggetti osservati un uomo di mezza età che si prende cura della moglie malata.
L’improvvisa uscita di scena della donna e i conseguenti movimenti misteriosi del marito inducono Jeff ad ipotizzare un omicidio del quale il principale indiziato sembra essere proprio l’amorevole coniuge.

7 – L’uomo che sapeva troppo

Anno di produzione: 1956
Regia di Alfred Hitchcock
Con: James Stewart, Doris Day, Bernard Miles, Daniel Gélin, Brenda De Banzie, Ralph Truman

Tra le pellicole più belle, rimaste nella storia del cinema, abbiamo selezionato un’altra produzione firmata dal re del thriller, Alfred Hitchcock.

La pellicola in questione è ‘L’uomo che sapeva troppo’ (titolo originale ‘The man who knew too much’), remake dell’omonimo film del 1934, prodotto vent’anni prima dallo stesso regista.

La trama rimane la stessa; ciò che cambia rispetto alla prima versione è l’ambientazione che si sposta dalla Svizzera al Marocco.

L’intreccio del film si sviluppa intorno alle vicende dei coniugi McKenna che durante una vacanza a Marrakech assistono ad un omicidio.
In fin di vita la vittima informa la coppia di un imminente attentato a Londra finalizzato ad eliminare un politico scomodo.

Per evitare che il dott. McKenna riporti alla polizia la rivelazione della spia gli attentatori gli rapiscono figlioletto.

8 – Ben Hur

Anno di produzione: 1959
Regia di William Wyler
Con: Charlton Heston, Jack Hawkins, Haya Harareet, Stephen Boyd, Hugh Griffith, Giuliano Gemma

Nell’elenco dei migliori film americani degli anni 50 non poteva mancare il genere avventura/azione, nell’ambito del quale abbiamo selezionato Ben Hur, uno dei più grandi kolossal hollywoodiani.

Ambientata a Gerusalemme, al tempo dell’impero di Tiberio, la pellicola sviluppa la trama intorno alla figura del nobile Ben Hur imprigionato e ridotto in schiavitù dal suo ex amico Messala.

Riconquistata la libertà per aver salvato la vita del comandante Quinto Arrio durante una battaglia, Ben Hur decide di ritornare in Palestina per cercare i suoi cari e per vendicarsi di Messala.
Dopo aver sconfitto il nemico nella corsa delle bighe scopre che sua madre e sua sorella sono state esiliate nella valle dei Lebbrosi. Senza esitare si mette alla ricerca delle due donne con l’obiettivo di chiederne la guarigione a Gesù di Nazareth.

9 – Il ponte sul fiume Kwai

Anno di produzione: 1957
Regia di David Lean
Con: Alec Guinness, Jack Hawkins, Sessue Hayakawa, William Holden, James Donald, Geoffrey Horne

Ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale Il ponte sul fiume Kwai è tratto da un romanzo di Pierre Boulle.

La trama ruota intorno alle vicende del colonnello Nicholson che, costretto ad arrendersi ai giapponesi, viene inviato nella giungla in un campo di prigionieri.

Al comando del campo il colonnello Saito il quale, ricevuto l’ordine di far costruire un ponte sul fiume entro un periodo di tempo ben definito, tenta di coinvolgere nei lavori manuali anche gli ufficiali.

Dopo un iniziale ritrosia Nicholson decide di dimostrare la propria superiorità e di collaborare alla costruzione dell’opera.

10 – Luci della ribalta

Anno di produzione: 1952
Regia di Charles Chaplin
Con: Sydney Chaplin, Claire Bloom, Buster Keaton, Charles Chaplin, Nigel Bruce

Concludiamo il nostro post con una pellicola firmata dall’indimenticato Charlie Chaplin ‘Luci della ribalta’, un film che sembra narrare il declino dell’attore/regista.

La commedia, dal finale drammatico, è in grado di far sorridere lo spettatore e un attimo dopo di farlo commuovere.

Il protagonista è Calver, un clown ormai vecchio che nessuno segue più; scoraggiato e stanco si rifugia nell’alcol fino al momento in cui incontra una giovane ballerina che gli restituisce un motivo per tentare la ribalta.

Nell’ultimo tentativo di riconquistare il suo pubblico qualcosa va storto …

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali