informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I migliori esercizi per l’autostima che dovresti provare subito

Commenti disabilitati su I migliori esercizi per l’autostima che dovresti provare subito Studiare a Napoli

In un clima di insoddisfazione generale gli esercizi per l’autostima diventano un’abitudine fondamentale per adattarsi alla freneticità della società attuale.

Tutto intorno a noi corre veloce; il progresso e le evoluzioni si susseguono con ritmi incessanti in tutti gli ambiti della vita di un essere umano.
Allinearsi ai cambiamenti per essere al passo con i tempi, e per non soccombere a chi corre più veloce di noi, è un’esigenza che deve essere assolutamente assecondata, sia in ambito professionale, che personale e familiare.
Le problematiche sociali, le difficoltà lavorative, la competitività, la tendenza a mettere ‘in piazza’ successi e insuccessi attraverso i social e una società sempre pronta a giudicare e criticare sono alcuni degli elementi che, quotidianamente, mettono a dura prova le personalità più vulnerabili e suscettibili ai condizionamenti provenienti dall’esterno.

Mantenere alta la propria autostima in una tale situazione può risultare davvero difficile; per alcuni addirittura impossibile.
Purtroppo spesso non ci si accorge neanche di avere una scarsa fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, e altrettanto spesso si tende a sottovalutare la condizione in cui non ci si stima abbastanza,
In molti ignorano il fatto che la scarsa autostima è causa di una serie di problematiche, sia fisiche che psichiche, dalla quali scaturisce un approccio alla vita totalmente negativo e improduttivo.

Le cause e i sintomi della bassa autostima

Prima di spiegarti come aumentare l’autostima è necessario fare un passo indietro e cercare di individuare le cause che determinano una scarsa considerazione di se stessi.

Generalmente il fattore più influenzante è il contesto familiare e sociale nel quale si nasce e si cresce; la famiglia, gli amici, i parenti e gli eventi della vita determinano, in parte, la personalità di un individuo, arrivando addirittura ad influenzare il suo stesso livello di autostima.

Per quanto riguarda invece i sintomi, essi si palesano in forma e misura differente a seconda dell’indole della persona.
Si parte da un livello di insoddisfazione generale per arrivare a veri e propri disturbi psichici.
Ansia, depressione, difficoltà ad interagire con gli altri, preoccupazione ossessiva ed eccessiva per il giudizio altrui, pessimismo cronico e tendenza ad autocriticarsi in maniera rigida e negativa sono alcuni dei sintomi più comuni che indicano un livello di autostima basso.

Come migliorare l’autostima

Migliorare il livello di autostima è uno degli step fondamentali che rientrano in un percorso di crescita personale.

L’autostima non è una dote innata, ma un atteggiamento che può essere costruito giorno dopo giorno, attraverso una serie di esercizi mentali.

L’Università Telematica Niccolò Cusano di Napoli ha raccolto nel corso dei prossimi paragrafi una serie di consigli pratici, utili come allenamento per migliorare l’autostima.

Scopriamoli insieme.

Pensa positivo

Apriamo l’elenco con uno degli esercizi per migliorare l’autostima più efficaci e allo stesso tempo più difficili da portare a termine: pensare positivamente.

Qualcuno a questo punto potrebbe domandarsi il motivo per il quale abbiamo utilizzato il termine ‘difficile’, dal momento che per mettere in pratica l’esercitazione basta semplicemente pensare a una serie di cose positive.

In realtà, quello che sembra un processo perfettamente controllabile non lo è affatto; soprattutto per quegli individui più deboli e vulnerabili, che mostrano una naturale predisposizione a farsi condizionare e scoraggiare da ostacoli, difficoltà e persone negative.

Per far sì che l’esercizio porti risultati apprezzabili e tangibili non basta soltanto incanalare una serie di pensieri positivi, uno dietro l’altro, a comando; è necessario eliminare tutti i pensieri negativi … ed è proprio questa la parte più ‘difficile’.
Generalmente i pensieri negativi si innescano in maniera automatica, spontanea, per cui talvolta non ci si rende neppure conto di essere finiti in un loop ‘pericoloso’.

La complessità dell’esercizio è insita nell’accorgersi tempestivamente dell’innesco del loop, per poter poi procedere con la sostituzione delle frasi interiori negative e catastrofiche con immagini e pensieri positivi e ottimistici.

Individua ed elenca le tue qualità

La bassa autostima porta l’individuo che ne soffre a vedere soltanto i propri difetti, a focalizzarsi sugli aspetti della propria personalità che non piacciono, a se stessi e agli altri.

Per migliorare l’autostima bisogna invertire la rotta e concentrarsi sulle caratteristiche positive, che rendono ogni individuo unico e speciale.

L’esercizio in questione consiste nel fermarsi qualche minuto a riflettere su se stessi per individuare le qualità personali da appuntare successivamente su un foglio di carta.

È importante non essere troppo modesti e includere nell’elenco anche quei pregi che potrebbero apparentemente sembrare comuni, scontati, ma che in realtà non lo sono affatto.

Per rendere efficace l’esercizio è fondamentale ripetere le parole appuntate come una sorta di mantra, davanti a uno specchio.
La ripetizione aiuterà ad aumentare il livello di autostima.

Cura il tuo aspetto

Stimarsi significa avere una buona opinione di se stessi, sia a livello interiore che esteriore.

Nel paragrafo precedente abbiamo evidenziato l’importanza di individuare le qualità e le caratteristiche ‘positive’ che fanno riferimento alla propria personalità; in questo ci focalizzeremo sull’aspetto estetico.

Potrebbe sembrare un discorso tendente verso un concetto di superficialità, perché sappiamo bene che quello che conta davvero non è l’apparenza ma la ‘sostanza’.
Sicuramente l’aspetto esteriore non determina una persona degna di stima ma può contribuire a migliorare la stima verso se stessi, anche perché, che ci piaccia o meno, viviamo in una società fortemente legata alla ‘bellezza’ estetica.

Chiaramente non bisogna estremizzare il concetto; il nostro esercizio consiste semplicemente nel dedicare del tempo alla cura del proprio corpo: pettinarsi, vestirsi bene e prestare attenzione ai vari aspetti legati al look.

Sentirsi ‘belli’ favorisce il benessere psicologico di un individuo, condizione indispensabile per aumentate la fiducia in se stessi.

Fissa degli obiettivi

La tendenza a lasciarsi sopraffare dalle difficoltà e dalle sconfitte è causa di apatia e pigrizia.
Crogiolarsi nella lamentela diventa in alcuni casi l’espediente più semplice per evitare di affrontare gli ostacoli.

Mettersi in movimento, fare concretamente qualcosa per migliorare una situazione, richiede impegno, ma permette di migliorare la considerazione di se stessi.

Ecco il motivo per il quale bisogna fissare degli obiettivi da raggiungere, dei piccoli, grandi traguardi il cui superamento permette di aumentare il livello di autostima.

Una piccola precisazione: è importante essere abili nell’esaltare i piccoli successi intermedi, a prescindere dal risultato finale, fieri della capacità di impegnarsi concretamente e costantemente per il perseguimento di una mission.

Attenzione però, per ottenre risultati apprezzabili devi uscire dalla zona di comfort.

Impara una cosa nuova ogni giorno

Il concetto di imparare ogni giorno qualcosa di nuovo segue, e per certi aspetti integra, quello precedente sugli obiettivi. Apparentemente potrebbero sembrare una ripetizione l’uno dell’altro ma in realtà non è così.

Il discorso ‘obiettivi’ affrontato in precedenza fa riferimento a traguardi raggiungibili nel medio-lungo termine.
In questo paragrafo invece ci focalizzeremo sull’importanza di arricchire quotidianamente la propria persona con qualcosa di nuovo.

Proviamo a spiegarci meglio con qualche esempio: apprendere il significato di una nuova parola leggendola dal dizionario; ampliare il proprio bagaglio culturale con un’informazione letta su una rivista oppure sul web; approfondire la conoscenza di un settore che ci appassiona; imparare una parola di una lingua nuova … e così via.

Il presupposto fondamentale, a prescindere dalla tematica che ognuno sceglie di approfondire, è la costanza, ovvero l’abitudine ad imparare una piccola cosa ogni giorno.

Frequenta persone positive

La società attuale è tendenzialmente insoddisfatta; ci si lamenta continuamente, del lavoro, della politica, della qualità dei servizi pubblici, del partner, e in generale della vita.

La maggior parte delle persone tende a vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto, a focalizzarsi sulle cose che non vanno e ad utilizzare la parola ‘problema’ con eccessiva facilità.

Risucchiati dal vortice di negatività, e da persone perennemente insoddisfatte, tenere alto il livello di autostima non è semplice, figuriamoci migliorarlo.

Per aumentare la fiducia in se stessi, ma anche per crescere e migliorare, bisogna circondarsi di persone positive e ottimiste; persone risolute, determinate e preidsposte a confronti costruttivi.

Prima di concludere un’ultima raccomandazione: gli esercizi per l’utostima che ti abbiamo appena elencato non hanno l’effetto di una pozione magica; la loro efficacia è strettamente legata a presupposti quali motivazione, volontà, impegno e costanza.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali