informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa vedere in Campania in un weekend: l’itinerario per studenti

Commenti disabilitati su Cosa vedere in Campania in un weekend: l’itinerario per studenti Studiare a Napoli

Stai pensando di organizzare un week end con gli amici e vorresti sapere cosa vedere in Campania?
Hai deciso di conoscere in maniera più approfondita il posto in cui vivi per cui stai programmando un itinerario alla scoperta dei più bei posti della regione?

Se sei arrivato su questa pagina probabilmente hai bisogno di qualche idea, per cui mettiti comodo e continua a leggere perché questo post fa proprio al caso tuo!

Week end in Campania: cosa vedere

La Campania è una delle Regioni più interessanti d’Italia, sia per ciò che riguarda le bellezze paesaggistiche e sia per la ricchezza di siti storici/culturali/archeologici.

Un fine settimana non è sicuramente sufficiente per visitarla, ma rappresenta comunque un’opportunità per scoprire quelle che sono le attrazioni più suggestive.

Di seguito l’università telematica Niccolò Cusano di Napoli ha selezionato i must di una gita in Campania, da combinare all’interno dell’itinerario a seconda del tempo a disposizione e dei gusti personali.

Un giro in Costiera Amalfitana

Partiamo da uno dei posti più incantevoli e spettacolari d’Italia, conosciuto a livello mondiale per la bellezza paesaggistica: la costiera Amalfitana.

Dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, il tratto di costa campana si estende nel Golfo di Salerno per circa 55 km, da Positano fino a Vietri sul Mare.

La strada si snoda a picco sul mare, a ridosso dei rilievi montuosi, creando una cornice mozzafiato fatta di baie e strapiombi.

Lungo il percorso si alternano i comuni della Costiera, piccole perle preziose incastonate tra mare e montagna.

Il primo, che merita assolutamente di essere visitato, è Positano.
Per conoscere il suo volto più autentico è d’obbligo una passeggiata tra le tipiche stradine strette e le centinaia di scalini che conducono fino al mare.

Superato Praiano, poco prima di Amalfi, è d’obbligo fermarsi a Furore, ‘il Paese dipinto’ che ospita un pittoresco fiordo naturale.

Si procede quindi per Amalfi, il paese che da il nome alla costiera.
L’antica Repubblica Marinara offre al visitatore varie possibilità: un bagno rinfrescante, una visita al Duomo oppure una passeggiata tra le strade del centro.

Si procede per il piccolo paese di Atrani, che merita una foto per la sua autenticità di borgo marinaro e per essere il più piccolo comune italiano.

L’ultimo paese che, a nostro avviso, non può essere escluso da un itinerario in costiera è Ravello, situato a 350 metri di altezza.
Se il tempo a disposizione lo consente suggeriamo di visitare Villa Rufolo, dalla quale si gode di un panorama mozzafiato sul Golfo.

Pompei

Un week end alla scoperta della Campania non può prescindere da una visita al sito archeologico di Pompei, testimonianza di un antico passato, ma ancor di più dell’eruzione vesuviana che nel 79d.C. ha sepolto l’intera area.

La calamità, per quanto disastrosa in termini di vittime, ha determinato la conservazione quasi intatta dei resti della città, rimasta coperta per oltre 1.700 anni dalla colata lavica pietrificata.

Il suggestivo percorso di visita del sito, oggi patrimonio dell’UNESCO, si snoda attraverso piazze, templi, terme, palestre, case e ville patrizie.

L’area visitabile è vastissima per cui è necessario fare una selezione.
Tra i punti di interesse che meritano di essere inseriti nell’itinerario rientrano l’Anfiteatro, il teatro Grande, il Foro, la Casa del Fauno, il Tempio di Apollo.

Il Vesuvio

Il Vesuvio è uno dei vulcani più conosciuti al mondo; la sua notorietà è indissolubilmente e tristemente  legata all’eruzione che ha seppellito la città di Pompei.

Set di numerose pellicole cinematografiche merita una passeggiata per la bellezza mozzafiato dei panorami e per la ricchezza naturalistica che caratterizza il parco nazionale di cui fa parte.

L’escursione tipica si svolge lungo il percorso che conduce fino al cratere, e più in particolare sulla sommità di quello che viene definito ‘Gran Cono’.

Le isole

Il golfo partenopeo vanta tre perle di grande bellezza: Capri, Ischia e Procida, tre isole dalla diversa identità, ma ognuna a suo modo spettacolare.

Capri è la più mondana.
I Faraglioni, la Grotta Azzurra e la ‘piazzetta’ la rendono meta prediletta del jet set internazionale.

Ischia è la più grande delle isole campane.
La sua notorietà è legata alle innumerevoli attrazioni naturali, ai tesori artistici e soprattutto ai benefici delle sue acque termali.

Procida è la più piccola e la più autentica del Golfo.
Le sue casette colorate, i borghi dei pescatori, l’isolotto di Vivara la rendono unica nel suo genere.

Caserta: la Reggia e il borgo medievale

Concludiamo il post con la provincia di Caserta, famosa per la sua splendida Reggia, la residenza reale più grande al mondo.

Progettata dall’architetto Vanvitelli è considerata un perfetto esempio del barocco italiano.

Dopo aver visitato gli appartamenti, disposti su 5 piani, è d’obbligo una passeggiata nel rigoglioso e immenso parco, con la sua scenografica cascata.

Al di fuori del palazzo Caserta conserva un altro piccolo gioiello che merita di essere ammirato: Caserta Vecchia, un delizioso borgo medievale situato a 400 metri di altezza.

Ora che sai cosa vedere in Campania non ti resta che iniziare a programmare il tuo prossimo week end.

 

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali