informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come ricordare meglio: la tecnica del palazzo della memoria

Commenti disabilitati su Come ricordare meglio: la tecnica del palazzo della memoria Studiare a Napoli

Il palazzo della memoria è in grado di assecondare perfettamente le esigenze degli studenti universitari alle prese con centinaia di pagine da memorizzare; non a caso è una delle mnemotecniche più conosciute, efficaci e utilizzate,

La premessa è interessante e allo stesso tempo ambiziosa in termini di risultati per cui cerchiamo di capire meglio l’argomento di questo post al fine di sfruttarne le informazioni per un apprendimento più rapido e qualitativamente migliore.

Partiamo da un dato di fatto.
Una delle difficoltà maggiori incontrate dagli studenti universitari, nel momento stesso in cui si approcciano a testi ‘voluminosi’, è memorizzare.

La tendenza comune, e anche piuttosto inefficace, è quella di ripetere meccanicamente più volte concetti e nozioni.
Il metodo in oggetto consente invece di utilizzare il cervello in maniera diversa, e decisamente più efficace.

Nel corso dei prossimi paragrafi l’università telematica Niccolò Cusano di Napoli ha sintetizzato caratteristiche e funzionalità della metodologia per consentire agli studenti di velocizzare l’apprendimento

Palazzo della memoria: cos’è e a cosa serve

Il palazzo della memoria è una tecnica di memorizzazione che consente di migliorare le performance mnemoniche attraverso la visualizzazione di immagini e la collocazione delle stesse in luoghi conosciuti.

Da lì deriva probabilmente l’espressione tutt’oggi utilizzata ‘in primo luogo’.

Conosciuto anche come tecnica dei Loci (dal latino locus = luogo) il metodo ha più di 2.500 anni.
Le origini risalirebbero al 550 a.C. e sarebbero legate alla figura del poeta greco Simonide di Ceo, il quale in seguito al crollo di un palazzo, durante un banchetto, diede un contributo fondamentale al riconoscimento dei corpi rimasti sepolti sotto le macerie ricordando esattamente dove erano seduti i commensali.

La tecnica è stata utilizzata nel corso dei secoli anche da Cicerone, uno dei più grandi oratori che tutt’oggi viene ricordato anche per la sua incredibile capacità di tenere orazioni di ore senza alcun supporto scritto.

Tra i nomi illustri che hanno sfruttato la potenza della tecnica anche Giordano Bruno e Sherlock Holmes.

Per capire come funziona è d’obbligo una piccola premessa.

La memoria a breve termine è piuttosto limitata, sia nel tempo che per ciò che riguarda la quantità di informazioni che riesce a contenere.
Per far sì che una quantità maggiore di informazioni rimanga nella memoria per lungo tempo è necessario spostarla nella ‘memoria a lungo termine’.
Lo spostamento è un processo che richiede numerose ripetizioni, che possono essere evitate proprio grazie al palazzo della memoria.

Come funziona

Entriamo nel cuore del nostro post e cerchiamo di capire nel dettaglio come funziona la tecnica dei Loci.

L’efficacia della mnemotecnica è da ricercare nel fatto che essa sfrutta le 2 tipologie di memoria più potenti che abbiamo: la memoria visiva (visualizzazione mentale delle immagini) e la memoria spaziale (percorso mentale attraverso luoghi noti).

In pratica, le metodologia sfrutta due abilità naturali della mente umana, e più precisamente le enormi potenzialità della memoria visiva e la memoria delle cose che conosciamo.

Tutti sappiamo che il cervello umano funziona per immagini.
Se le nuove immagini, legate alle informazioni da ricordare, le associamo ad altre immagini che già fanno parte della nostra memoria a lungo termine si crea una connessione che rafforza il ricordo.

In sintesi, le immagini riportano alla mente le informazioni mentre i luoghi l’ordine in base alle quali devono essere organizzate.

Più le immagini scelte sono ‘strane’ e dettagliate e più sono efficaci ai fini del ricordo.

Inserire la tecnica dei Loci nel proprio metodo di studio universitario consente di velocizzare i tempi della memorizzazione; permette inoltre di ricordare meglio i concetti sviluppando nel contempo la capacità di ragionamento.

Facciamo un esempio per comprendere il funzionamento nel dettaglio.

Che si tratti di memorizzare nomi, date, informazioni tecniche o un intero periodo storico, la metodologia parte dalla scelta di un luogo fisico.
Lo studente deve quindi identificare un percorso al quale associare successivamente le informazioni.
Affinché la tecnica risulti efficace è importante che il percorso sia familiare, che si conosca alla perfezione.

La scelta giusta potrebbe essere ad esempio la propria casa, oppure la strada percorsa quotidianamente per raggiungere l’università.

Successivamente bisogna selezionare le parole chiave dal testo o del capitolo da memorizzare.

Le keywords scelte devono essere convertite in immagini che per assonanza o associazione di idee riportino alla mente le keywords stesse, e di conseguenza anche i concetti a cui sono state associate.

L’ultimo passaggio consiste nel posizionare le immagini nel luogo/percorso identificato in fase iniziale.
Si procede quindi col posizionamento negli spazi: nelle varie stanze della casa oppure lungo il tragitto che porta all’università (ad es. negozi, panchine, aiuole, ecc.)

È importante scegliere anche l’ordine di percorrenza, che nel caso dell’appartamento potrebbe essere impostato sul concetto di ‘orario’ o antiorario’.

Nel momento in cui bisognerà riportare alla mente le informazioni per strutturare un ragionamento logico sarà sufficiente ripercorrere il percorso mentalmente.

Da quanto fin qui evidenziato è piuttosto chiaro che la tecnica del palazzo della memoria risulta particolarmente efficace per lo studio di quelle materie che per caratteristica peculiare prevedono una quantità spropositata di informazioni da memorizzare.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali