informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Perché il Political Marketing è importante e dove studiarlo a Napoli

Political Marketing: cos’è e perché è così importante? Da quando questo termine ha fatto capolino sui nostri canali di informazione e nel mondo del lavoro sono tanti coloro che si sono accostati con curiosità e con la voglia di saperne di più.

Così, dato l’arrivo del master in Political Marketing a Napoli, abbiamo pensato che fosse giunto il momento di snocciolare insieme questo tema, capendo il ruolo del political marketing alle elezioni e nelle comunicazioni. Capiremo poi insieme dove studiare Political Marketing a Napoli e come funziona lo studio online.

Political Marketing: cos’è?

Perché il political marketing è così importante? Si tratta del marketing applicato alla politica, dunque considerata la fondamentale importanza del marketing nella vita di tutti giorni e nel rapporto che una determinata realtà socio-economica ha con i suoi fruitori e clienti, si può dire che il suo impatto sulla nostra vita sia decisamente grande.

Il political marketing è infatti in grado di guidare interi popoli verso una specifica direzione politica, governativa, sociale ed economica: basta una campagna marketing-elettorale fatta a dovere.

Quando si parla di candidati politici, infatti, non basta che essi abbiano dei validi ideali e delle proposte governative atte al miglioramento: essi devono anche sapersi vendere e presentare bene, parlando alle folle nel giusto modo, siano essi gruppi di gente territoriale e locale, o un’interna nazione, se non addirittura il mondo tutto.

Un esempio pratico? Pensate alla campagna elettorale YES WE CAN del presidente Barak Obama e alla viralità che essa ha riscontrato in tutto il mondo come una campagna che non era solo presidenziale, ma che promuoveva determinati valori e un cambiamento di un certo genere.

Basta poi pensare all’enorme importanza che hanno i media quando si parla di politica e di quanto i politici di tutto il mondo si rivolgano a televisione, social media e magazine per potersi pubblicizzare e guadagnare consenso.

Ma allora qual è la differenza tra il normale marketing e il political marketing? Di base è (l’almeno presunto) scopo informativo. Il marketing applicato alla politica ha sì lo scopo di “vendere” e guadagnare consenso, ma questo avviene attraverso campagne di informazione, sensibilizzazione e coinvolgimento delle masse. Il popolo è chiamato a partecipare, collaborare, farsi un’opinione e, dunque, andare a votare di conseguenza.

Usando gli stessi strumenti e partendo dalle stesse basi del marketing classico, la comunicazione e il tipo di “engagement” che si vengono a creare sono quindi diversi, in quanto si devono rapportare con un bisogno e un comportamento del consumatore che non si basa su mode e aspetto, ma su valori, ideali e, in definitiva, la qualità della vita e le proprie prospettive future in termini di lavoro ed economia familiare.

Certo, tutto rientra in uno schema sociale, economico e culturale molto più ampio, ma proprio per questo la comunicazione riguardante il political marketing si rivela più complessa e difficile, soprattutto se rapportata ai tempi veloci che caratterizzano la società di oggi.

dove studiare political marketing a napoli

Il master in Political Marketing a Napoli

Ma dove studiare Political Marketing a Napoli? La miglior risposta la dà l’Università Telematica Niccolò Cusano, con il suo innovativo e nuovissimo master online, che si propone di fornire tutto il know how teorico e pratico necessario per diventare degli esperti in Political Marketing a Napoli.

Un corso di studi universitario altamente specializzante e caratterizzato da un tipo di formazione multidisciplinare, così da permettere una preparazione completa, che soddisfi ogni aspetto di questa professione.

Si tratta di un corso di master perfetto anche per chi vuole aggiornarsi professionalmente. Addetti al settore come ad esempio consulenti politici, responsabili della comunicazione politica, portavoce, responsabili delle relazioni istituzionali e del public affair potranno accrescere il loro sapere e mantenersi competitivi, riqualificando la loro posizione lavorativa.

Tutti i professionisti uscenti da questo master saranno quindi, al termine degli studi, in grado di strutturare in maniera efficace e indipendente una campagna di marketing elettorale di successo, come anche le strategie di interventi per la promozione politica. Sapranno impostare e gestire correttamente una campagna elettorale e creare campagne di web marketing in linea con il tipo di promozione politica richiesta, ma anche con il linguaggio dei social media e di internet. A tal proposito, svilupperanno competenze nella gestione dei social media, come anche sapranno rapportarsi alle nuove forme di comunicazione visiva e off-line, al fine di garantire un posizionamento di successo sul mercato politico-elettorale. La pianificazione e l’organizzazione di un evento politico, come anche la realizzazione di una campagna di fundraising e la gestione di un ufficio stampa di carattere politico saranno tra le altre capacità, come anche la gestione delle relazioni istituzionali per le organizzazioni pubbliche e private.

Cosa si studia durante un master in Political Marketing

Ma cosa si studia nello specifico durante un master in political marketing? Il corso di studi, erogato in modalità blended, è della durata di un anno e, durante il suo svolgimento, verranno trattate le seguenti tematiche:

  • Il sistema politico e la sua relazione con i mass media
  • Il marketing politico-elettorale
  • La comunicazione nelle campagne elettorali
  • Il rapporto tra web, social media e politica
  • Gestione di una campagna elettorale
  • Organizzazione eventi
  • Ufficio stampa politico e istituzionale
  • Tecniche di public speaking
  • Gestione e organizzazione di una conferenza stampa
  • Tecniche di Fundraising

master in political marketing a napoli

Perché studiare online a Napoli

Come abbiamo detto, si tratta di un corso di master online, ma come funziona un corso universitario telematico? Come si studia online? Ma soprattutto, perché scegliere di studiare online nella propria città?

Il motivo principale sono le tantissime opportunità in più che lo studio online offre. Scegliere di studiare presso un’università telematica, infatti, significa aggiungere un metodo di studio in più a quelli più tradizionali e già esistenti.

Attraverso le piattaforme telematiche Unicusano, infatti, su cui tutti i master online e i corsi di laurea online vengono erogati, sarà possibile accedere a tutte le lezioni e a tutto il materiale didattico 24 ore su 24 da un qualsiasi dispositivo connesso alla rete. In questo modo, potrete scegliere di studiare dove, come e quando volete, che sia da casa, da un treno, da un prato, o da un qualsiasi altro luogo in giro per il mondo, purché abbiate una connessione internet.

L’università sarà quindi sempre con voi, creando un metodo di studio dinamico, personalizzato e assolutamente indipendente.

Al tempo stesso, il Learning Centre di Napoli (come anche le tante altre sedi disposte in maniera capillare su tutto il territorio italiano) danno spazio a chi preferisce metodi e ambienti di studio più tradizionali, come possono essere le aule di insegnamento, le biblioteche e o le mense universitarie.

Ogni studente può quindi scegliere di giorno in giorno dove studiare, se incontrarsi o meno con i propri compagni di studio, e in generale dove vivere la propria vita accademica. Questo vale anche per gli studenti viaggiatori, che potranno trovare in ogni dispositivo connesso alla rete e presso ogni Learning Centre un punto di riferimento e supporto, oltre che un luogo di studio.

Ecco come fare a conciliare studio e lavoro! Basterà seguire un corso di laurea online o un master online e il gioco è fatto. Potrete far combaciare i vostri impegni e le vostre scadenze a vostro piacimento, creando la tabella di marcia più adatta a voi.

Per aiutarvi nell’intento c’è anche il tutor personale, una figura che viene assegnata ad ogni studente all’inizio del corso di studi e che ha come scopo proprio quello di seguirlo e supportarlo durante tutto il periodo universitario in ogni suo bisogno. In questo modo, sarà possibile per gli studenti raggiungere con successo tutti i loro obiettivi, sia accademici che lavorativi.

studiare political marketing online

Perché studiare online conviene

Perché studiare online conviene? Oltre ad economizzare e ottimizzare i tempi, studiare online permette anche di fare economia sui costi.

L’università telematica di Napoli e i suoi corsi, infatti, non solo permettono di eliminare le spese di eventuali affitti per gli studenti fuori sede, ma anche quelli per i trasporti pubblici o la benzina, per i pasti fuori casa e per la stampa o l’acquisto di manuali e dispense. Un altro dei tanti vantaggi dello studio a distanza.

Senza contare che un corso di studi telematico costa meno di un corso di studi tradizionale e permette, al contempo, di lavorare, cosa che vi permetterà di ammortizzare ancora di più i costi e, anzi, non dover rinunciare ad un guadagno mensile.

Si tratta quindi di un corso di studi perfetto per avere una formazione di altissima qualità e competenza, senza dover avere un impatto problematico sull’economia familiare e sulle proprie finanze in generale.

Come si studia per un master online

Ma, all’atto pratico, come si studia per un master online? Come ci si prepara per studiare online? Vediamo subito insieme alcuni tra i più utili strumenti di studio per chi studia online.

  • I dispositivi mobili – Lo studio online avviene principalmente da dispositivi che si possono connettere alla rete. Anche quando la lezione si segue in aula, comunque il materiale didattico è fruibile attraverso le piattaforme telematiche, cosa che rende indispensabile poter accedere ad internet almeno da un computer fisso. Ma studiare da un computer fisso significa un po’ azzerare le tante opportunità di movimento e variazione che lo studio telematico consente. Dunque munirsi di almeno un dispositivo mobile, come può essere un laptop, un tablet o uno smartphone è un ottimo modo per prepararsi al meglio per questo tipo di esperienza universitaria. E se, ciliegina sulla torta, volete essere sicuri di riuscire a studiare da dove volete, quando volete, assicuratevi di avere sempre a portata di mano una power bank, ovvero una batteria portatile che vi permetterà di ricaricare il vostro dispositivo in qualunque momento e situazione. Ce ne sono davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche. Particolarmente consigliate sono quelle che si ricaricano con la luce del sole, che vi permetteranno non solo di risparmiare energia, ma anche di poter essere ricaricate a loro volta in qualunque momento.
  • App e software – Il grande mondo del web è pieno di app e software per studiare online. Si tratta di strumenti di studio davvero preziosi, specialmente per chi segue un corso telematico. Assicuratevi quindi di averli tutti già a disposizione prima di iniziare il vostro percorso accademico. Familiarizzate con ognuno dei vostri strumenti, fate delle prove, così da arrivare pronti e non dover investire prezioso tempo che potreste invece dedicare allo studio.
  • Luoghi sicuri – Non aspettate il giorno dell’inizio del master per scegliere dove studiare online e per rendere quel luogo accogliente e al sicuro da rumori, distrazioni e disturbi. Mettetevi alla ricerca di questo luogo per tempo e assicuratevi di individuare i migliori luoghi per studiare a distanza per voi. A questo punto, arricchite tale spazio con tutto quello che vi può servire per facilitare il processo di apprendimento, che sia un semplice portapenne con un block note, o una lampada per fare luce, un calendario dove appuntare e strutturare i vostri impegni, oppure una ciabatta dove poter attaccare più prese. Insomma, giocate d’anticipo. Piccolo suggerimento: individuate più di un luogo, in quanto cambiare ogni tanto farà bene alle vostre capacità attentive e alla vostra produttività.

Informazioni e supporto

Per maggiori informazioni, non esitate a chiedere subito qui: lo staff Unicusano è a vostra completa disposizione. A presto!

Commenti disabilitati su Perché il Political Marketing è importante e dove studiarlo a Napoli Studiare a Napoli

Read more

Cosa studiare per combattere l’abusivismo a Napoli

L’abusivismo e la deturpazione territoriale sono temi molto importanti, specialmente quando si parla di Napoli e della Campania in generale. La bellezza delle nostre terre viene spesso messa a repentaglio da un’edilizia mostruosa e illegale, che non fa che svalorizzare il territorio e foraggiare la corruzione.

Un cambiamento deciso è assolutamente necessario, convinzione che non appartiene solo ai cittadini adulti, ma anche a molti giovani che, grazie ad un accesso sempre più vasto ad informazione e risorse, intendono rendere la loro vocazione al combattere l’abusivismo nel loro territorio una carriera vera e propria.

Oggi parleremo quindi di cosa studiare per combattere l’abusivismo a Napoli e vi daremo qualche idea rispetto ai corsi di laurea online e ai master online che possono fare al caso vostro.

combattere l'abusivismo a napoli cosa studiare

Corsi di laurea online a Napoli

Giurisprudenza

Tra i corsi di laurea online a Napoli per combattere l’abusivismo, uno dei più pertinenti è sicuramente il Corso di Laurea in Giurisprudenza proposto dall’Università Telematica Niccolò Cusano, presente sul territorio con il suo Learning Centre.

Non si tratta di una semplice laurea triennale in giurisprudenza online, ma di una quinquennale completa e specializzante, che vi permetterà di acquisire una padronanza completa e approfondita degli elementi della cultura giuridica di base, sia a livello nazionale che europeo.

Verranno fornite sia tecniche che metodologie casistiche, così da permettere agli studenti di entrare realmente in possesso delle competenze utili a comprendere e valutare i principi e gli istituti di diritto positivo moderno e contemporaneo.
Verranno inoltre approfondite le competenze storiche, al fine di valutare al meglio gli istituti del diritto positivo moderno anche nella prospettiva della loro evoluzione storica.

Sarà inoltre fornito il know how teorico e pratico necessario per la progettazione e la stesura di testi giuridici di tipo normativo, negoziale e processuale, che siano adeguatamente argomentati e che, all’occorrenza, vengano prodotti con strumenti informatici.

Al termine degli studi, tutti gli studenti laureati presso questo corso di studi online in giurisprudenza a Napoli avranno le capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica, di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza necessarie per affrontare ogni tipo di problema e sfida del diritto positivo.

Gli sbocchi professionali di una laurea in Giurisprudenza a Napoli spaziano dalle professioni legali tradizionali, come avvocato, notaio e magistrato, al giurista d’impresa, specialista nel controllo di imprese private e Pubblica Amministrazione, oppure come consulente. Ovviamente, ciascun laureato potrà poi specializzarsi in un settore specifico della legalità e della giurisdizione, come ad esempio la lotta all’abusivismo.

Ingegneria

Lavorare nella lotta contro l’abusivismo non significa agire solo attraverso vie legali, ma anche entrare a far parte di progetti che valorizzano il territorio da un punto di vista strutturale e progettuale. Parliamo di architetti, certo, ma anche di ingegneri. I corsi di laurea in ingegneria proposti dall’Università Telematica di Napoli Unicusano sono davvero tanti e vari, ma di certo il Corso di laurea in Ingegneria Civile è il più indicato per chi vuole intraprendere questa carriera.

Attraverso questo corso di studi, che poi può essere approfondito ulteriormente grazie al corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile, ogni studente potrà consolidare le conoscenze di base rispetto all’analisi matematica, alla geometria e alla fisica generale, così da poter interpretare e descrivere i problemi dell’ingegneria civile in maniera consapevole ed efficace. In questo modo sarà loro possibile identificare, formulare e risolvere i problemi relativi a questa disciplina, usando per farlo metodi, tecniche e strategie aggiornate, anche per quanto riguarda la progettazione di componenti, sistemi e processi.

Verranno ovviamente approfondite le conoscenze linguistiche di base, sia a livello di seconde lingue, sia a livello di linguaggi informatici, fondamentali per poter lavorare ad oggi in questo settore.

A livello di sbocchi professionali di un corso di ingegneria civile a Napoli, gli ingegneri laureati potranno collaborare alla progettazione e alla direzione di lavori di ingegneria civile, eseguire collaudi e verificare gli standard, le funzionalità e la sicurezza di strutture e infrastrutture. Saranno in grado di svolgere attività di manutenzione ordinaria e straordinaria su strutture e infrastrutture e, in generale, operare nell’ambito dell’ingegneria civile.

studiare tutela del territorio a napoli

Master online a Napoli

Partendo da corsi di laurea come quelli che abbiamo appena visto, l’Università Telematica Unicusano di Napoli prosegue nel dispensare opportunità con una serie di corsi di master per chi vuole lavorare nella lotta all’abusivismo. Vediamo quindi insieme alcuni esempi:

Tutela del Territorio

Coloro che operano nell’ambito della tutela del territorio sono tra i primi schierati nelle file contro l’abusivismo. Il Master in Tutela del Territorio permette proprio di farne parte. Altamente specializzante e professionale, il Master in Diritto Ambientale proposto a Napoli dall’Unicusano ha come scopo quello di sviluppare un’attenta riflessione sia a livello nazionale che internazionale rispetto a questo settore.

I professionisti ad essere formati attraverso questo master saranno gli esperti in materia di Diritto Ambientale e Tutela del Territorio nazionale, oltre che a livello europeo. Attraverso strumenti chiave e capacità critica, gli studenti impareranno a rapportarsi con questa disciplina, ponendo particolare attenzione sulla salvaguardia del suolo, delle acque e del paesaggio, fornendo una trattazione analitica che sia attuale, sia per quanto riguarda l’impiego di energie rinnovabili, sia per quanto riguarda la sostenibilità e la responsabilità rispetto a danni ambientali.

Il bagaglio tecnico e giuridico di cui i corsisti si equipaggeranno sarà di grande spessore, oltre che di fondamentale importanza, trattandosi di ruoli professionali che stanno acquisendo sempre più importanza del panorama dell’ordinamento nazionale, sia grazie alla continua influenza delle normative europee rispetto alla tutela ambientale, sia grazie alla sempre maggiore consapevolezza e sensibilità pubblica rispetto al tema della salvaguardia ambientale.

Come tutti i master Unicusano, si tratta di un corso di studi perfetto anche per chi, già esperto del settore, intende aggiornarsi professionalmente.

Appalti Pubblici

Gran parte dell’abusivismo e della corruzione edilizia avvengono a causa della mala gestione dei bandi pubblici. Una nuova normativa, il D.Lgs 50/2016, serve per migliorare questi problemi e la gestione degli appalti pubblici in generale, ma questo porta alla necessità di professionisti che sappiano lavorare secondo questi nuovi parametri e secondo il nuovo Codice degli Appalti.

Il master in Gestione degli Appalti Pubblici proposto a Napoli dall’Unicusano mira proprio a formare questi professionisti esperti, fondendo loro tutte le capacità, le competenze e gli strumenti per operare nel settore degli Appalti Pubblici secondo le nuove normative vigenti. Proprio per questo motivo, si tratta di un corso di studi perfetto per chi si stesse chiedendo come aggiornarsi professionalmente nell’ambito degli appalti pubblici, sul nuovo codice dei contratti, concessioni e ppp.

Grazie a questo corso di studi i corsisti acquisiranno tutte le competenze tecnico-ingegneristiche, giuridiche e contabili per operare nella maniera più efficiente e professionale nel complesso e articolato mondo di questo settore.

vantaggi dello studio online a napoli

Come funziona lo studio online

A questo punto la domanda sorgerà probabilmente spontanea a molti: come funziona lo studio online? Come fare a studiare e lavorare contemporaneamente? Quali sono i vantaggi di un corso telematico?

È arrivato il momento di sviscerare tutti questi quesiti.

Lo studio online funziona grazie alle piattaforme telematiche, che permettono di erogare i corsi in modalità blended. Questo significa che tutte le lezioni e tutto il materiale didattico sono disponibili 24 ore su 24 da un qualsiasi dispositivo connesso alla rete. In altre parole, potrete scegliere dove, come e quando studiare a seconda delle vostre preferenze e/o necessità. Non si tratta di scelte definitive: potrete ogni giorno scegliere il luogo di studio migliore per voi, così da creare una tabella di marcia elastica e variabile, oltre che dinamica e al passo coi tempi.

Proprio per questo, per chi volesse un tipo di esperienza universitaria più tradizionale, c’è il Learning Centre di Napoli, sede di lezioni, studio ed esami per tutti gli studenti che lo desiderano. Qui potrete incontrare i vostri professori e lo staff Unicusano, oltre che trovare luoghi adatti a condurre i vostri studi e i vostri approfondimenti.

Va da sé che conciliare studio e lavoro diventa un gioco da ragazzi: basterà tenere di conto i propri impegni e organizzare uno in base all’altro, senza lasciare che nessuno dei due prenda il sopravvento.

Per aiutare in questo, e in generale per supportare e consigliare gli studenti in ogni momento, c’è anche la figura del tutor personale, consultabile sia online che di persona, che viene assegnato a ciascuno studente all’inizio del corso di laurea oppure del corso di master proprio con lo scopo di consigliarlo e supportarlo durante tutta la durata degli studi universitari, assicurandosi che il proprio tutorato impari a gestire al meglio i suoi impegni e le sue scadenze, oltre che a raggiungere con successo i propri obiettivi, sia accademici che professionali.

In generale, lo studio online è inoltre uno studio altamente job oriented e professionalizzante, che mira a fornire conoscenze molto pragmatiche e ad arricchire le solide basi teoriche provviste con seminari, workshop e simulazioni pensate ad hoc da un corpo docenti formato da professionisti esperti del settore.

Insomma, studiare online significa solo avere tanta scelta e opportunità in più da guadagnare. L’unico contro? La fondamentale autodisciplina, che comunque si può sempre imparare e allenare e che non farà altro che aggiungersi alle skill acquisite a fine corso.

L’app per combattere l’abusivismo

A proposito di sensibilità pubblica nei confronti della salvaguardia ambientale e di studenti che vogliono fare la loro parte nella lotta all’abusivismo edilizio, proprio pochi mesi fa è nata OPS, l’app dell’Osservatorio sul Consumo di Suolo in Campania.

Grazie a quest’applicazione, i cittadini stessi di Napoli e dintorni potranno segnalare non solo gli abusi e gli scempi avvenuti sul territorio, ma anche le buone pratiche di valorizzazione che hanno notato intorno a loro.

Si tratta di un ottimo modo non solo per permettere a tutti di agire attivamente per quanto riguarda l’illegalità edilizia, ma anche per sensibilizzare il cittadino e insegnargli a guardarsi intorno in maniera nuova, diversa e più responsabile. Parole chiave: consapevolezza, oltre che ovviamente la voglia di rispettare e prendersi cura del proprio territorio.

È quindi un ottimo modo per sottolineare ancora di più quanto sia importante che ognuno faccia la sua parte nel grande e complesso schema della vita comune e della protezione ambientale.

L’app è stata resa possibile grazie a una collaborazione tra il Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II, la Legambiente, l’Istituto Nazionale di Urbanistica e il Centro di Ricerca sul Consumo di Suolo, e stringe l’occhio soprattutto agli studenti di scuole superiori e universitarie che vogliono fare la loro parte nella lotta all’abusivismo, ma anche nella creazione e nel finanziamento di progetti per la valorizzazione del bel territorio campano.

Un luogo virtuale di monitoraggio e denuncia dunque, che pone le basi per un nuovo capitolo della cittadinanza attiva e delle app.

Commenti disabilitati su Cosa studiare per combattere l’abusivismo a Napoli Studiare a Napoli

Read more

Un’app per gli studenti per denunciare gli abusi edilizi a Napoli

L’abusivismo e gli scempi edili sono un tema scottante nella città di Napoli e dintorni. Continuano infatti ad essere una delle emergenze più importanti, sia per quanto riguarda la tutela del territorio, sia per quanto riguarda il sistema legale edilizio. Ma come fare a segnalare un abuso edilizio a Napoli? Ad oggi è più facile.

Se infatti un tempo il processo per denunciare tale abusivismo era davvero lungo e anche pauroso per molti, ad oggi è addirittura nata un’app volta proprio alla denuncia di tali atti di illegalità. Ne saranno contenti i cittadini, come anche gli studenti di Napoli, specialmente i laureandi in Giurisprudenza, oppure chi segue un master in Tutela del Territorio a Napoli. Un’app per studenti per denunciare gli abusi edilizi era proprio quello che tutti stavamo aspettando!

L’App si chiama Ops ed è stata ideata dall’Osservatorio sul Consumo di Suolo in Campania e permetterà ai cittadini di sapere come segnalare gli abusi edilizi e gli scempi che avvengono a Napoli e in territorio campano in generale. Ma non è tutto: attraverso quest’app potranno essere segnalate anche le buone pratiche atte a valorizzare il paesaggio, dando voce e rafforzando ancora di più la comunità partenopea ai fini della tutela e della valorizzazione del territorio, rispondendo alle necessità di molti cittadini in merito.

Come funziona l’app contro gli abusi edilizi

La risposta a come funziona l’app contro gli abusi edilizi a Napoli è intuitiva tanto quanto l’app stessa. Basteranno pochi click attraverso il proprio smartphone per segnalare un abuso, o una minaccia, agendo in maniera concreta contro il mattone selvaggio che sempre più spesso dilaga nella nostra città.

Si tratta di una notevole iniziativa di cittadinanza attiva, resa possibile grazie all’uso delle tecnologie, che sempre più stanno contribuendo a migliorare e ammodernare la vita di Napoli e dintorni, come è cominciato ad accadere qualche tempo fa anche grazie all’Università Telematica Niccolò Cusano di Napoli, con i suoi corsi di laurea online, i suoi master online e l’innovativo Learning Centre.

L’app è stata resa possibile grazie alla collaborazione tra il DiAR Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II, Legambiente, l’INU Istituto Nazionale di Urbanistica e il Centro di Ricerca sui Consumi del Suolo, oltre che al supporto del Dipartimento di Informatica dell’Unievrsità di Fisciano e all’associazione Riscatto Urbano.

La presentazione dell’app per segnalare gli scempi edilizi a Napoli è avvenuta il 25 gennaio alle 11.00 presso il Dipartimento di Architettura della Federico II in due sessioni. La prima è stata dedicata agli studenti universitari e delle scuole superiori di Napoli, mentre la seconda si è svolta in presenza dei circoli Legambiente Campania.

Per quanto sia un’app per la cittadinanza attiva pensata per tutti i cittadini, c’è da ammettere che strizza particolarmente l’occhio ai più giovani. Si tratta infatti anche di una app per studenti, che già erano stati coinvolti nel progetto “Ricominciamo dalla bellezza: siamo la parola ai giovani!”, finanziato dal Piano Azione Coesione Giovani no profit, indicendo l’inizio di un processo di sensibilizzazione molto lunga, ma anche molto importante.

Se si guarda a fondo, infatti, lo scopo dell’app non è solamente quello di permettere ai cittadini di denunciare, oppure segnalare gli aspetti positivi del territorio che abitano, ma anche quello di sensibilizzare soprattutto i giovani ad avere una maggiore consapevolezza  e a guardare con occhio più critico il territorio che li circonda. Saperlo valutare, ma soprattutto saperlo amare e proteggere.

Si tratta di un passo fondamentale se si intende indirizzare l’edilizia e la tutela ambientale in una direzione ben precisa, poiché saranno le generazioni future a dover mantenere questo istinto di conservazione e, soprattutto, l’iniziativa alla valorizzazione.

Un’app che invita a domande come: come posso migliorare l’ambiente in cui vivo? Cosa migliora la qualità della vita? cosa migliora la mia città?

L’Osservatorio del Consumo del Suolo sarà quindi un luogo virtuale dove le istituzioni e i cittadini, soprattutto giovani, potranno collaborare per monitorare e denunciare gli scempi e gli abusi a Napoli, un luogo “di proposta per affiancare il mondo della politica della nostra Regione nella formulazione di regole atte a contrastare la perdita e il degrado di suoli liberi e la loro trasformazione in superfici urbanizzate”, come dichiara la mission del progetto. Insomma, tra le ultime notizie è un’ottima news per quanto riguarda gli abbattimenti di case abusive a Napoli.

Sensibilizzazione, consapevolezza e partecipazione si stringono la mano per creare un team d’incredibile potenza, dinamico e veloce, come solo la tecnologia sa permettere, dedicato soprattutto a scuole e università, reali vivai di cambiamenti e di nuove idee.

Ultimo, ma non meno importante, il valore che l’app ha nell’ambito della ricerca su vari temi. Essa infatti fornirà importantissime informazioni sia a livello demografico che ambientale, permettendo di comprendere meglio le tendenze sociali, come anche le percezioni cittadine rispetto a temi come “illegalità”, “tutela” e “valorizzazione”. Si tratta di dati importantissimi rispetto alle azioni di sensibilizzazione future e agli eventuali sviluppi dell’app.

Nel mentre, Legambiente rilancia la raccolta firme europea SALVAILSUOLO, finalizzata all’ottenimento di una legislazione comunitaria efficace per la tutela del suolo pubblico, sia in Italia che nella Comunità Europea.

Commenti disabilitati su Un’app per gli studenti per denunciare gli abusi edilizi a Napoli Studiare a Napoli

Read more

Cosa serve per studiare online

Ben ritrovati sul Blog dell’Università Telematica di Napoli Niccolò Cusano. Oggi siamo qui per parlare di cosa serve per studiare online. Ovviamente, ci rivolgiamo sia a chi già studia per un corso di laurea online o per un master online presso l’Unicusano di Napoli, sia per chi si sta chiedendo come funziona lo studio online e quali sono gli strumenti che si usano per studiare online.

Lo studio telematico rimane infatti ancora un terreno poco battuto per moltissimi studenti italiani, nonostante le tantissime opportunità in più che esso dà: studiare online conviene infatti sia per ragioni di tempo, che per ragioni economiche.

Grazie alle piattaforme telematiche dell’Università Telematica tutto il materiale di studio e tutte le lezioni sono disponibili 24 ore su 24 e da un qualsiasi dispositivo connesso alla rete. Dunque sono tanti i dispositivi che si possono utilizzare per studiare online a seconda della necessità e del luogo dal quale si sta operando. Questo significa che più strumenti si hanno a disposizione, e più lo studio sarà di qualità.

Ecco perché è importante arrivare preparati all’inizio del proprio percorso accademico, come anche è importante tenersi sempre aggiornati su quelle che sono le novità nell’ambito della tecnologia, delle app per studiare e di tutti quei dispositivi che possono tornare utili per riuscire a migliorare il proprio rendimento universitario.

Cosa serve per studiare online

Ultimo ma non meno importante, cosa serve per studiare online? Alcune risposte sono ovviamente più ovvie di altre, ma vediamo come arrivare pronti al primo giorno di master online o di corso di laurea online a Napoli.

  • Dispositivi di studio – Indipendentemente che decidiate di seguire le lezioni in aula, oppure presso il vostro computer, comunque un corso di studi telematico passa per la grande rete del web e i dispositivi per accedervi sono fondamentali se si vuole intraprendere questo percorso. Non parliamo solo di un laptop, ma possibilmente anche di uno smartphone e di un tablet. Ricordatevi infatti che lo studio telematico può avvenire attraverso ognuno di questi strumenti, che vi aiuteranno ad adattare lo studio alla situazione nella maniera migliore possibile. Se infatti il computer è perfetto per quando si studia a casa o in biblioteca, lo smartphone e il tablet diventano fondamentali se si vogliono sfruttare i tempi passati ad esempio sui trasporti pubblici andando da casa a lavoro, o in generale per portare la propria università con se ovunque si vada, anche in viaggio, come abbiamo visto. Una piattaforma completa di dispositivi vi permetterà di ottimizzare ancora di più il vostro tempo e le vostre opportunità.
  • App e strumenti per studiare – Una volta determinati i vostri device, ricordatevi che essi possono trasformarsi in delle vere miniere d’oro di opportunità e supporto quando si parla di studio online. Non solo grazie ai tanti programmi e software, ma anche grazie alle sempre più prodigiose e incredibili app che vengono create ogni giorno per qualsiasi necessità. Ci sono app per lo studio, app per l’organizzazione, app per la condivisione. Insomma, ogni vostro desiderio potrà essere esaudito. Assicuratevi quindi di bardare a dovere i vostri dispositivi e averli ben pronti quando arriva il primo giorno di studio. Solo così potrete trarre il meglio dal vostro corso telematico e raggiungere con successo i vostri obiettivi.
  • Un’agenda – Non c’è studente online che non abbia bisogno di una pianificazione consapevole e attenta dei propri impegni. Non parliamo solo del piano di studio (fondamentale per una buona riuscita), ma anche dell’organizzazione trasversale dei vari impegni, siano essi lavorativi, personali o familiari. L’agenda sarà il vostro primo punto di riferimento quando si tratterà di affrontare la giornata al meglio e non lasciare nulla per strada. Prendetevi quindi il vostro tempo per riempirla già a dovere, così da arrivare preparati al primo giorno di studio online e sapere già quali sono i momenti che dovrete dedicargli, senza perdere tempo in attività di pianificazione che avreste potuto svolgere in anticipo.
  • Una postazione ben delineata – Potrete studiare dove e quando vorrete, ma eleggere un luogo specifico a luogo di studio è un ottimo modo per sapere esattamente dove recarsi il primo giorno di università senza incappare in distrazioni o fastidi esterni. Immaginatevi subito quale potrebbe essere questo posto e preparatelo a dovere per accogliere le vostre lunghe ore di studio. In questo modo eviterete di doverci pensare a lezioni già iniziate, sprecando del prezioso tempo che invece potreste dedicare allo studio, oppure ad altre attività lavorative che vi possono aiutare a rendere più forte e competitivo il vostro curriculum.

Commenti disabilitati su Cosa serve per studiare online Studiare a Napoli

Read more

Lavorare nella sicurezza internazionale a Napoli

Un altro modo per lavorare nella sicurezza internazionale a Napoli è quello di specializzarsi in un master altamente professionalizzante, che permette di approfondire il tema da un punto di vista più generale e più vasto, ossia il Master in Relazioni Internazionali a Napoli grazie all’offerta formativa dell’Università Telematica Niccolò Cusano, presente nella nostra città con il suo innovativo Learning Centre. 

Si tratta di un master più ad ampio spettro appunto, che sottolinea l’importanza di studiare relazioni internazionali per chi vuole lavorare in contesti pluralistici a Napoli ma anche in tutta Italia e, ovviamente, nel resto del mondo. Si tratta infatti di un master perfetto per lavorare anche nella scena internazionale, preparano tutti i corsisti con un tipo di formazione che riguarda sia i sistemi istituzionali nazionali, sia quelli internazionali, così da permette di aprire il massimo delle porte e accedere al massimo delle opportunità.

Si tratta di un master perfetto per lavorare nel settore internazionale, come anche nel settore della sicurezza, poiché le Relazioni Internazionali sono uno dei primi ambienti in cui si ha a che fare moltissimo con la gestione degli equilibri tra nazioni, culture, politiche e in generale realtà, spesso anche molto diverse tra loro e caratterizzate da dinamiche e modalità particolarmente complesse. Lavorare nelle Relazioni Internazionali, infatti, significa anche lavorare nell’antiterrorismo, oppure lavorare nella gestione dei flussi migratori. In generale significa operare anche e soprattutto nelle condizioni di crisi e conflitto anche più delicate.

Ecco perché l’approccio proposto in questo corso di master universitario a Roma è anche in questo caso fortemente multidisciplinare e mira a sviluppare nella maniera più completa ed esaustiva possibile la comprensione dei partecipanti nei confronti delle dinamiche relative ai mutamenti politici, economici, strategici e sociali a livello globale nella nostra epoca contemporanea. Verranno forniti loro gli adeguati strumenti di analisi nei confronti delle problematiche che caratterizzano lo scacchiere globale e che possono essere gestite in vari modi e da varie realtà, siano esse organismi internazionali, enti pubblici, organizzazioni non governative, imprese con propensione all’internazionalizzazione, oppure istituti di ricerca. Il tutto, con un forte piglio job oriented che mira a integrare la base teorica del corso con molti strumenti pratici, workshop, simulazioni e casi di studio, al fine di fornire una reale idea di cosa significa oprare lavorativamente in questo settore.

Verranno quindi consolidate le competenze degli studenti riguardo la teoria delle relazioni internazionali, degli studi d’area e del pensiero strategico. Attenzione particolare sarà dedicata al tema della politica estera, della cooperazione internazionale e delle tematiche globali, molto importanti in questo momento quando si parla di sicurezza e antiterrorismo, come anche di risoluzione dei conflitti e di scenari multiculturali. L’ordinamento didattico esplorerà quindi temi come la storia dell’integrazione europea, la geostrategia, la geopolitica, la metodologia e la tecnica del negoziato e molti altri temi importanti per comprendere i rapporti internazionali e la loro gestione.

Si tratta di un corso di studi perfetto sia per chi intende proseguire il proprio corso di laurea e specializzarsi in Relazioni Internazionali a Roma, sia per chi già esperto del settore, intende aggiornarsi professionalmente, approfondendo il proprio know how e aggiornando i propri strumenti così da mantenersi efficienti e al passo coi tempi sul lavoro.

Come fare a lavorare e studiare allo stesso tempo? La risposta è semplice: con la modalità blended. Un master erogato in modalità blended è infatti un master disponibile sì in aula presso la nostra sede di Roma, ma anche un master disponibile sulle piattaforme telematiche Unicusano, dove tutte le lezioni e il materiale didattico sono disponibili 24 ore su 24 da qualsiasi dispositivo connesso alla rete. Questo significa che il proprio tempo potrà essere ottimizzato a seconda delle proprie necessità e delle altre attività che si svolgono, come può essere ad esempio l’attività lavorativa.

Ad affiancare lo studente in questo ci sarà poi la figura del tutor personale, che ha come obiettivo quello di supportare il proprio tutorato in ogni sua necessità, come ad esempio la stesura di un piano di studio, la scelta dei tirocini e degli stage più adatti alle sue esigenze, un valido piano d’azione per imparare lavorare e studiare al tempo stesso e fornendogli tutti i consigli di cui può aver bisogno per raggiungere con successo i suoi obiettivi, sia lavorativi che professionali.

Ecco perché si tratta di un master che apre le porte a tantissime opportunità e che, grazie alla grande indipendenza e flessibilità da lui consentita, permette di essere nelle reali condizioni di studiare al massimo del proprio potenziale e specializzarsi con il massimo dei voti.

Per maggiori informazioni rispetto a questo master e per qualsiasi domanda, non esitate a chiedere subito qui: il nostro staff è a vostra disposizione e pronto a risolvere ogni vostro dubbio. A presto!

Commenti disabilitati su Lavorare nella sicurezza internazionale a Napoli Studiare a Napoli

Read more

Specializzarsi in Geopolitica della Sicurezza a Napoli: il master online

Il concetto di sicurezza è uno dei concetti più complessi, ma anche più trattati negli ultimi tempi. Ad oggi, viene sempre più accostato al concetto di antiterrorismo, ma in realtà il suo spettro è molto più ampio e vario di così.

La sicurezza, insieme alla libertà e alla vita è uno dei diritti dell’uomo citati nell’articolo 3 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Essa è inoltre tutelata dalla Costituzione, come anche da moltissime leggi e istituzioni sparse in tutto il mondo.

Lavorare nella sicurezza, quindi, è sinonimo di lavorare nei Diritti Umani e di avere a che fare con uno dei temi più vitali della vita di ciascuno di noi. Senza sicurezza, infatti, non vi è vita, né libertà, e la dignità dell’uomo viene completamente annientata. Al contempo, le necessità di garantirla non possono prevaricare il diritto di ogni uomo ad essere libero, in salute e in vita. Garantire sicurezza ad un individuo significa infatti proprio garantirgli la completa libertà sia rispetto ai propri diritti che ai propri doveri, senza rischiare di mettere a repentaglio la propria vita per esercitarla.

A questo concetto di base, vanno aggiunte una serie di diramazioni dettate dalla cultura, dalla politica, dalla società, dall’etnia, dall’economia e in generale dall’area geopolitica in cui esso si immerge. Trattandosi di un concetto globale, infatti, come tale deve essere considerato e come tale ci si può, ma soprattutto ci si deve aspettare una vasta gamma di differenze e prospettive che non possono essere né eliminate, né ignorate, né tantomeno oppresse al fine di poter garantire la protezione di ciascun cittadino.

Dunque, come fare a trovare tale equilibrio? Quali le possibilità per acquisire tali skill e specializzarsi in Geopolitica della Sicurezza a Napoli?

Ecco la mini-guida su tutto quello che c’è da sapere sulle opportunità di un master in Geopolitica nella nostra città (e anche nel resto d’Italia).

come specializzarsi in geopolitica della sicurezza a napoli

Specializzarsi in Geopolitica della Sicurezza a Napoli

Parlando di Napoli nello specifico, l’opportunità migliore per specializzarsi in questo settore la offre l’Università Telematica Niccolò Cusano con il suo Master online in Geopolitica della Sicurezza, afferente alla facoltà di Scienze Politiche e proposto sia in modalità blended sulle piattaforme telematiche, sia presso il Learning Centre di Napoli, uno dei tanti e capillari atenei di Unicusano presenti su tutto il territorio italiano.

Studiare Geopolitica della Sicurezza a Napoli significa affrontare questa tematica così complessa in maniera completa, dunque multidisciplinare, così da garantire una panoramica a 360º sull’argomento e una formazione specializzata ed esaustiva.

Questo sarà possibile grazie al corpo docenti Unicusano, grande vantaggio di un master come questo, caratterizzato da specialisti del settore che ancora operano attivamente al suo interno e che quindi possono arricchire l’esperienza accademica con un sapere pratico, oltre che teorico, e proporre attività sul campo e casi di studio realmente accaduti, dando un valore ancora più alto all’apprendimento. A tal proposito, saranno organizzati anche workshop e seminari in geopolitica della sicurezza, finalizzati a mettere in pratica le teorie apprese durante le ore di studio e le lezioni: l’apprendimento esperienziale è una parte fondamentale dell’Unicusano.

Il quadro attraverso cui i temi della sicurezza e dell’antirerrorismo verranno affrontati sarà il più complesso e completo possibile, così da garantire una comprensione e una capacità di gestione totale ed esaustiva, che li ponga nelle condizioni di confrontarsi con questo settore nella maniera più professionale, efficiente ed efficace possibile, sia a livello nazionale che internazionale.

Ciò che rende questi argomenti così complessi è il loro carattere globale che collega tra loro molte culture, società, politiche, economie, religioni ed etnie e, di conseguenza, diverse concezioni dello stesso tema. Queste interconnessioni sono difficili da decifrare proprio a causa della loro moltitudine e della moltitudine di “incastri” che esse generano. Questa moltitudine di ambiti territoriali e culture (e tutte le conseguenti implicazioni che ne derivano) rendono quindi particolarmente ardua la lettura e comprensione di questi temi, che solo un’analisi e uno studio profondi e specializzati possono permettere. Ecco perché è importante affrontare un master universitario in geopolitica a Napoli.

Questo master è dedicato principalmente a politici e amministratori pubblici della sicurezza e delle azioni di antiterrorismo, sia in Italia che nel resto del mondo. Questo perché si tratta di profili il cui rilievo e la cui attualità in questo settore sono particolarmente importanti in questo momento storico. Sono queste infatti le figure che hanno la responsabilità di contenere il clima di insicurezza generato dalla società contemporanea e risolvere una questione così delicata come quella del terrorismo.

Questo corso di studi mira quindi ad accrescere le capacità operative dei corsisti, spesso già attivi nel settore, offrendogli una nuova visione tecnico-operativa in merito a queste tematiche così complesse.

specializzarsi in geopolitica della sicurezza a napoli

L’offerta formativa del master

Quali quindi i moduli e le materie affrontate durante il master in Geopolitica della Sicurezza proposto a Napoli? L’anno di durata del master sarà suddiviso nei seguenti argomenti di studio:

  • Un’introduzione rispetto agli aspetti politici dell’attuale clima di insicurezza globale
  • Le prospettive storiche della sicurezza
  • La sicurezza degli spazi
  • La sicurezza delle istituzioni
  • La sicurezza dei sistemi e delle infrastrutture
  • La sicurezza delle risorse
  • La sicurezza alimentare e sanitaria
  • Conflitti e asimmetrie
  • La Geopolitica del Mediterraneo
  • La socio-psicologia del terrorismo
  • L’economia del terrorismo
  • La tecnologia del terrorismo
  • Politiche di contrasto al terrorismo
  • Gli studi di area

Al termine del master verrà eseguita una prova finale che, se superata con successo, consentirà di conseguire il diploma in Geopolitica della Sicurezza.

Saper fare: i tirocini Unicusano

Scegliere un corso di studi come questo per specializzarsi in Geopolitica della Sicurezza a Napoli significa scegliere un corso di studi che oltre a dare ampio spazio alla teoria, rende fondamentale anche l’aspetto pratico dell’apprendimento e pone lo studente nelle condizioni di sperimentare direttamente cosa significa lavorare nella geopolitica della sicurezza, come farlo e in generale imparare cosa significa lavorare in un determinato settore, come può essere in questo caso quello della sicurezza nazionale e internazionale e dell’antiterrorismo.

L’Università Telematica Niccolò Cusano di Napoli propone quindi una serie di tirocini curriculari e accoglie proposte di tirocini extracurriculari per permettere ai propri corsisti non solo di accumulare dell’esperienza lavorativa direttamente nel settore, ma anche per ampliare le proprie opportunità di lavoro al termine degli studi.

I tirocini proposti dall’Unicusano, infatti, garantiscono placement finale agli studenti più brillanti.

master geopolitica della sicurezza a napoli

Conciliare università e lavoro: i vantaggi dello studiare online

Ma come fare a conciliare tirocinio e studio, se non addirittura come fare a conciliare l’università con una carriera già avviata? Senza contare i tanti studenti che potrebbero avere la necessità di far combaciare lo studio con delle necessità personali e/o familiari.

La risposta è proprio nello studio online e nell’università telematica di Napoli, che non è sinonimo di studio più facile, meno qualificante o solitario, bensì di scelta, dinamismo e opportunità. Seguire un master online infatti significa avere una maggiore scelta rispetto a come organizzare la propria vita universitaria. Ma come funziona un master online?

Tutto parte dalla modalità blended e dalle piattaforme telematiche Unicusano. Esse rendono accessibili 24 ore su 24 tutte le lezioni e tutto il materiale di studio da un qualsiasi dispositivo connesso alla rete. In questo modo, ciascuno studente potrà decidere quando e da dove accedere a tali risorse accademiche, potendo quindi decidere dei propri tempi e dei propri luoghi di studio in maniera libera e flessibile.

Un master online come ad esempio il master universitario online in geopolitica permetterà di trovare ogni volta la propria dimensione di studio più adatta anche in base ai propri impegni di lavoro o alle proprie esigenze personali. Permette quindi anche di avere il tempo necessario per frequentare un tirocinio e in generale accumulare esperienza lavorativa. Studiare online significa essere liberi di studiare e avere la garanzia di poterlo fare al meglio.

La credenza che lo studio telematico sia un tipo di studio solitario ed isolante è poi un falso mito. Non solo si può stare perennemente a contatto con i propri compagni di studio mediante mezzi telematici, ma il Learning Centre di Napoli offre ai propri studenti la possibilità di usufruire dei servizi di un ateneo universitario tradizionale. Questo significa spazi di studio comune, biblioteche, mensa, e ovviamente la possibilità di seguire i corsi in aula, con i propri compagni di studio. I Learning Centre Unicusano sono inoltre sparsi capillarmente su tutto il territorio italiano, permettendo ai corsisti di avere un punto di riferimento e di ritrovo in qualunque parte d’Italia, non dovendo mai sentirsi obbligati ad un’unica soluzione. Viaggiare e studiare non sarà quindi un problema, che sia per piacere o per lavoro.

Per restare in tema di punti di riferimento, c’è poi la figura del tutor personale, che viene assegnato a ciascuno studente all’inizio del proprio corso di studi e che ha come scopo proprio quello di fornire tutto il supporto necessario per raggiungere con successo i propri obiettivi accademici, ma anche personali. Il tutor è raggiungibile sia telematicamente che personalmente, così da garantire anche in questo caso il massimo della scelta e della libertà, senza dover sacrificare supporto e qualità.

Informazioni e supporto.

Per maggiori informazioni rispetto a questo master, non esitate a chiedere subito qui. Il nostro staff è a vostra disposizione per aiutarvi nella scelta e a scogliere ogni vostro dubbio. Vi aspettiamo!

Commenti disabilitati su Specializzarsi in Geopolitica della Sicurezza a Napoli: il master online Studiare a Napoli

Read more

Le opportunità di laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione a Napoli e gli sbocchi professionali.

L’educazione e la formazione dell’uomo sono una vera e propria scienza, che per poter essere padroneggiata deve essere approfondita, studiata e ricercata. Nel corso degli anni sono stati fatti molti studi e sono stati creati molti metodi per migliorare questo aspetto della vita dell’uomo, rendendolo più accessibile, facile e adatto al singolo individuo, senza però sacrificare qualità, preparazione o reale apprendimento.

Avendo a che fare con ogni singolo aspetto della vita dell’uomo e della sua crescita, si tratta di una disciplina trasversale, che ingloba altre scienze, come la pedagogia, la psicologia, la filosofia o la sociologia.

Di conseguenza, anche formarsi per formare richiederà la frequentazione di un corso di studi altrettanto trasversale e multidisciplinare, approfondito e arricchito con ulteriori campi che un tempo non esistevano e che ad oggi sono parte integrante di quest’ambito, come la telematica e le nuove tecnologie.

Ma come fare a laurearsi in Scienze dell’Educazione e della Formazione a Napoli? Quali le opportunità? E quali gli sbocchi lavorativi?

opportunità scienze della formazione a napoli

Le opportunità di laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione a Napoli.

A Napoli una grande opportunità la offre l’Università Telematica Niccolò Cusano, presente sul territorio con il suo Learning Centre, che propone il Corso di laurea online in Scienze dell’Educazione e della Formazione, della durata di tre anni e riconosciuto a pieno titolo dal MIUR.

Si tratta di un corso di studi altamente specializzante e qualificante, che si propone di fornire ai propri studenti i contenuti culturali, scientifici, sociali, conoscitivi, come anche le competenze, gli strumenti e i metodi più avanzati e al passo coi tempi per operare nell’ambito dell’educazione formale, informale e non formale. Verranno toccate tutte le aree di interesse per queste materie, a partire da quelle pedagogiche e sociologiche, fino a quelle mediche, chirurgiche, tecniche e professionali.

Quello a cui mira questo corso di laurea è quindi favorire lo sviluppo personale, la maturazione sociale e l’autonomia delle singole persone e dei gruppi nell’ambito dei servizi educativi, sociali e sociosanitari che si occupino di persone in difficoltà e con scopi di prevenzione primaria e sociale.

Si tratterà quindi di un tipo di formazione molto pratica ed esperenziale, con lo scopo di formare veri e propri professionisti, invece che dei semplici laureati.

Il tutto verrà esaminato in riferimento alla strategia della rete, sia nell’ambito dei servizi residenziali che per quanto riguarda i servizi diurni e familiari in cui un professionista dell’educazione e della formazione può ritrovarsi ad operare. L’azione secondo la quale gli allievi verranno formati sarà unitaria, continua e globale, oltre congiunta tra persone e ambiente.

Nelle discipline educative e formative, infatti, l’individuo non può essere considerato a prescindere dall’ambiente in cui vive, opera e, soprattutto, apprende. Eventuali difficoltà nel processo possono essere determinate proprio dal contesto in cui l’apprendimento ha luogo, dunque saperlo affrontare e gestire è importantissimo.

Per questo il corso di laurea in scienze dell’educazione e della formazione fornisce anche le competenze necessarie per svolgere tali compiti di gestione, amministrazione e coordinamento dei servizi in cui l’educatore opera.

Un tirocinio è previsto inoltre per fortificare ancora di più l’aspetto pragmatico e la reale applicazione delle conoscenze e competenze apprese, consentendo così allo studente di diventare un professionista e sviluppare la propria metodologia di lavoro personale.

Si tratta di tirocini ed esperienze lavorative che permettono di fortificare sin da subito il proprio CV, ampliare le propria rete di conoscenze e avere più opportunità di placement finale al termine degli studi.

opportunità scienze dell'educazione a napoli

Gli sbocchi lavorativi.

Ma quali sono esattamente gli sbocchi lavorativi di un Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione? Le possibilità sono davvero varie, trattandosi appunto di un settore molto ampio e caratterizzato da moltissime opportunità e offerte di lavoro.

Gli ambiti dei contesti lavorativi in cui un professionista di questo settore può operare sono tre:

  • Educativo e di animazione socio-educativa, entrando a far parte di un team di lavoro composto da medici, sociologi, psicologi, insegnanti e assistenti sociali.

  • Formativo, atto alla progettazione e alla gestione delle attività educative e culturali. In questo caso, i professionisti di questo settore si troveranno ad operare a diretto contatto con bambini, adolescenti, anziani, portatori di deficit e soggetti emarginati.

  • Diagnosi e ridefinizione dei percorsi educativi e formativi, contribuendo alla soluzione di problemi che riguardano la qualità della vita comunitaria, come ad esempio il conflitto, la cooperazione, il fabbisogno educativo e simili.

È bene sottolineare sin da subito che un laureato in scienze dell’educazione e della formazione non si troverà mai ad operare in maniera individuale e separata, ma si troverà sempre a contatto con altri operatori e figure professionali, tra cui anche psicologi e neuropsichiatri, così da poter realizzare interventi educativi mirati alle necessità di un individuo o di un gruppo, oppure a sostenere situazioni familiari e sociali delicate, o ancora a sviluppare reti di sostegno e di aiuto nelle situazioni di disabilità.

Tra le possibilità professionali, quella quindi di sviluppare strategie psicoeducative e promuovere la salute dell’individuo, in rapporto a se stesso e all’ambiente, modificando i comportamenti a rischio e favorendo l’inserimento sociale e migliorandone la qualità della vita all’interno della comunità.

Ambiti lavorativi anche molto delicati, quindi, atti al supporto di realtà socio-culturali complesse e spesso bisognose di interventi ben specifici e dedicati.

Le competenze acquisite permetteranno quindi ai professionisti uscenti da questo corso di svolgere le seguenti attività e funzioni:

  • Analizzare le situazioni lavorative socio-sanitarie e progettare e/o riprogettare ambienti di apprendimento che siano sicuri, efficienti e coerenti con le esigenze degli individui e dei gruppi per cui essi vengono ideati e strutturati.
  • Progettare e applicare gli strumenti qualitativi e quantitativi per misurare sia i fenomeni che i processi educativi e formativi.
  • Progettare, gestire e coordinare interventi di carattere orientativo, selettivo e formativo, ma anche di cambiamento attuali, sia rispetto ai singoli individui, che ai gruppi e alle comunità.
  • Progettare, gestire e coordinare analisi e ricerche di tipo valutativo per poter tenere sotto controllo e monitorare i cambiamenti sociali e tecnologici e come individui, gruppi e comunità rispondono ad essi.
  • Progettare e attuare interventi didattici e formativi atti al miglioramento dell’apprendimento, anche e soprattutto in relazione al fabbisogno educativo e ai disturbi dell’apprendimento.
  • Partecipare ad interventi di riabilitazione, rieducazione funzionale e integrazione sociale di soggetti con disabilità pratiche, deficit neuropsicologici, disturbi psichiatrici o forme di dipendenza.
  • Prendere parte ad attività di supporto alle interazioni tra pari e a quelle di tipo gerarchico, come anche ai processi di comunicazione interna e le varie forme di comunicazione esterna.
  • Svolgere attività di consulenza e cooperazione in collaborazione con operatori di altro genere coinvolti nel progetto di intervento sulla persona o sul gruppo.
  • Collaborare e supportare le valutazioni di disagio psico-socio-sanitario all’interno di servizi socio-sanitari ed educativi.
  • Prendere parte ad interventi psicologici nelle attività di promozione della salute, di modifica dei comportamenti a rischio e di inserimento e partecipazione sociale attraverso la strutturazione di percorsi educativi specifici.

Nello specifico, queste competenze portano alla creazione di quattro figure professionali principali:

  • Educatori
  • Insegnanti nella formazione professionale
  • Assistenti sociali e assimilati
  • Tecnici dei servizi giudiziari

Essi possono ricoprire ruoli di gestione, educazione e animazione socio-educativa. Questo può avvenire all’interno di strutture sia pubbliche che private, che erogano o gestiscono servizi sociali e socio-sanitari, sia a livello residenziale, che domiciliare o territoriale.

Potranno quindi svolgere azioni per famiglie, minori, anziani, detenuti, stranieri, migranti e nomadi, siano esse di stampo culturale, ricreativo, educativo o sportivo. Vi è poi il settore dell’educazione ambientale, che include la formazione in merito a parchi, ecomusei, agenzie dell’ambiente e realtà simili.

Queste quattro professioni principali e questo tipo di attività svolte possono quindi declinarsi in varie altre figure professionali, come ad esempio:

  • Formatori e tutor nei servizi di formazione professionale e continua
  • Educatori negli asili nido e nelle comunità infantili, ma anche nei servizi di sostegno alla genitorialità e nelle strutture pre-scolastiche, scolastiche ed extrascolastiche che hanno a che fare con servizi educativi volti all’infanzia e all’adolescenza
  • Specialista in scienze educative e psicologiche.

Perché studiare Scienze della Formazione Online.

Solo perché si tratta di un corso di laurea molo classico e tradizionale non significa che non ci siano metodi ben più attuali e dinamici per seguirlo.

Seguire un corso di laurea telematico significa, dopotutto, non solo conseguire un diploma di laurea specializzante e qualificante, ma farlo ottimizzando al massimo i propri tempi e le proprie opportunità. Tutte le lezioni e il materiale didattico sono infatti disponibili 24 ore su 24 su qualsiasi dispositivo connesso alla rete. Questo significa poter organizzare lo studio in maniera personale e indipendente, scegliendo come, dove e quando studiare.

Per questo si propone come un corso di laurea perfetto anche per chi svolge un’attività lavorativa o deve rispettare alcune necessità e impegni familiari. Lo studio online ben si concilia con qualsiasi altra attività ed esigenza.

Questo non significa che non si possa decidere di seguire le lezioni in aula: il Learning Centre di Napoli, come le tante altre sedi sparse capillarmente sul territorio italiano permettono proprio questa opportunità.

Informazioni e supporto.

Per maggiori informazioni, non esitate quindi a chiedere subito qui: lo staff Unicusano è a vostra disposizione.

Commenti disabilitati su Le opportunità di laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione a Napoli e gli sbocchi professionali. Studiare a Napoli

Read more

Green Marketing: cos’è, cosa studiare e quali sbocchi professionali.

Con l’avvento della Green Economy si è sviluppato un fitto substrato di declinazioni Green che riguardano ogni branca dell’economia e del business. È ad esempio il caso del Green Marketing, realtà in via di fervente sviluppo, sempre più diffusa e applicata, e sempre più alla ricerca di professionisti del settore.

Argomento affrontato anche nel master online in Green Economy e Management Sostenibile, oggi daremo risposta a domande come: cos’è il Green Marketing? E come si lavora nella Green Marketing?

Cos’è il Green Marketing.

Quando una persona va a fare ad esempio la spesa, le prime domande che si pone sono: quanto cosa un determinato prodotto? Ci sono per caso alcune offerte speciali che possono fare al mio caso? Ma anche domande più “consapevoli”, che si sono sviluppate soprattutto negli ultimi tempi e con l’avvento di una maggiore sensibilità rispetto alla produzione alimentare e all’impatto ambientale che le nostre industrie hanno. Parliamo di quesiti come: come è stato prodotto? È un prodotto a favore dell’ambiente? È un prodotto biologico? Costa di più, ma ne vale la pena?

Anche detto eco-marketing o marketing ambientale, il Green Marketing è il tipo di marketing applicato dalle industrie che fanno parte alla green economy e che quindi si preoccupa di pubblicizzare non solo un prodotto, convincendo il fruitore all’acquisto, ma anche di pubblicizzare la filosofia che c’è dietro a tale prodotto, promuovendo anche uno stile di vita e di consumo più sostenibile e consapevole. Il tutto, ovviamente, attraverso strumenti altrettanto green e consapevoli.

Si tratterà quindi anche di un tipo di marketing molto etico, che in qualche modo si discosta dalle machiavelliche regole tradizionali del marketing che, in qualche modo, autorizzano qualsiasi mezzo purché si raggiunga un fine.

La sfida più grande del Green Marketing è probabilmente tutta qui. Nonostante infatti sempre più consumatori preferiscono prodotti che rispettano l’ambiente sotto ogni punto di vista, comunque trovare il proprio posto all’interno di un mercato con prezzi molto più bassi è difficile e riuscire ad essere scelti senza ricorrere a metodi meno sostenibili e etici non è un obiettivo semplice da raggiungere.

come lavorare nel green marketing

Come lavorare nel Green Marketing.

Quali studi seguire, dunque, per lavorare nel Green Marketing?

Per cominciare, un corso di laurea che dia le giuste basi per poi approfondire il tema del Marketing in ottica green è un ottimo inizio. A Napoli, diverse opzioni particolarmente indicate le propone l’Università Telematica Niccolò Cusano, con i suoi corsi di laurea online, altamente specializzanti e qualificanti, ma anche green proprio nella metodologia telematica in cui si presentano.

L’Università Telematica Unicusano stessa è un’università green, grazie anche al suo progetto Ateneoverde.it.

A seguire, c’è la possibilità di specializzarsi con master pensati apposta per chi intende lavorare in questo settore. Come abbiamo detto, un esempio potrebbe essere proprio il Master online in Green Economy e Management Sostenibile.

All’interno del suo piano di studi, sono previste materie come la Comunicazione e la promozione dell’impresa “verde”. Attraverso questo modulo, verranno approfondite sotto ogni punto di vista le tematiche riguardanti il Green Marketing, o Sustainable Marketing, analizzando il ruolo della comunicazione nella green economy ed esplorando quali sono gli strumenti e le piattaforme più adatte e innovative per la promozione di prodotti green e le filosofie dietro a marchi che operano in questo settore.

Ovviamente, anche un master in Digital Marketing può essere un ottimo strumento per approfondire le proprie competenze nel settore del marketing, per poi declinarle nell’ambito “verde”.

Trattandosi di corsi di master erogati online in modalità blended, grazie alle piattaforme telematiche Unicusano, si tratta di corsi di studio che garantiscono una massima ottimizzazione dei tempi e permettendo di conciliare al meglio studio e lavoro.

Sono quindi perfetti anche per chi intende aggiornarsi professionalmente, portando nuove competenze e nuovi strumenti al proprio paniere professionale. Per chi invece ancora non è un professionista del settore, il maggior tempo a disposizione permette di frequentare tirocini ed esperienze lavorative che aumentano la propria preparazione e le proprie possibilità di placement finale.

Per maggiori informazioni rispetto ai corsi di studio online Unicusano, non esitate a chiedere subito qui.

Gli sbocchi professionali nel Green Marketing.

Una volta specializzatisi in tale ambito, gli sbocchi professionali previsti dal Green Marketing sono tanti e vari. Esaminiamoli uno per uno e nello specifico.

  • Marketing Manager – Il marketing manager è colui che dirige la campagne di green marketing e si occupa della strategia di business in generale. Si occupa quindi di riuscire a comunicare il messaggio e l’etica green attraverso la pubblicità, promuovendo gli aspetti “versi” dell’azienda per la quale opera. Si occupa anche di gestire ricerche di marketing e analizzare i risultati al fine di individuare eventuali miglioramenti nei prodotti e nelle iniziative promosse dal marketing team.
    Si può inoltre occupare di curare il packaging di un prodotto (o meglio, del non-packaging se si parla di prodotti green), come anche i suoi certificati e le sue qualificazioni di sostenibilità e rispetto ambientale.
    In ultimo, può collaborare con gli altri dipartimenti al fine di migliorare i prodotti e gli obiettivi green di un’azienda, anche e soprattutto grazie al feedback del pubblico di cui il Marketing Manager si occupa.

  • Market Reseach Analyst – Qui parliamo di dati, ricerche e analisi finalizzati al miglioramento dei prodotti e alle soluzioni ad eventuali problemi che un brand può incontrare al momento del confronto con il pubblico.
    I suoi strumenti principali sono le interviste, i questionari, i focus group, i forum e, ovviamente, i social network, attraverso i quali può entrare in contatto con i consumatori e analizzare i loro comportamenti e le loro opinioni, specialmente quando si parla di “verdezza” e affidabilità di un’azienda agli occhi dei consumatori e, soprattutto, dei non-consumatori.
    Questo professionista è anche colui che individua le nuove richieste e le nuove idee che potrebbero essere sviluppare da un’azienda, aiutandola a mettere a punto prodotti che soddisfano sempre di più il consumatore, e ovviamente l’ambiente.
    Individua inoltre quali sono i valori più “verdi” per il consumatore e si occupa di sviluppare nuovi software e grafici inerenti alla raccolta e all’analisi dati.

  • Public Relations Manager – Questo Manager è colui che rappresenta l’azienda e i suoi valori, in questo caso green e che per suo conto si rapporta con il mondo. È colui che quindi si occupa di redarre i comunicati stampa, come anche qualsiasi altro discorso o testo che entri a contatto con il pubblico e che intenda descrivere un’azienda. Non parliamo della pubblicità, bensì dell’immagine di una compagnia e di come essa si presenta al pubblico, anche attraverso iniziative, conferenze, workshop e negozi.

studiare green marketing

Le campagne di green marketing.

Dunque come funziona nello specifico una campagna di green marketing e in cosa si differenzia da una campagna di marketing classica?

Innanzi tutto, l’approccio olistico richiesto da questo tipo di marketing. Non vi è successo nel semplice sottolineare ed evidenziare gli aspetti green di un prodotto o di un’azienda. Il Green Marketing, o meglio, il Green Consumer esige un tipo d’impegno molto più vasto rispetto al singolo prodotto. Non basta un’unica produzione green a rendere un’azienda altrettanto sostenibile e verde. Soprattutto quando il consumatore si rivela così scettico rispetto alle pretese di “verdezza” avanzate da sempre più aziende.

Una campagna di Green Marketing si dovrà focalizzare dunque sì su piccolo prodotto, ma anche e soprattutto sull’immagine dell’azienda nel suo complesso e sulle iniziati e i progetti che ne dimostrino la natura green nel suo insieme.

Il “greenwashing”, come viene chiamata in inglese, ossia il dare una pretesa green alla propria pubblicità, al prodotto o all’azienda in generale, non basta. In altre parole, non basta che si inviti il consumatore a prestare attenzione all’ambiente per proporsi come “environmental friendly”. Sono infatti molte le aziende che, usando una retorica green, non fanno altro che mascherare l’intento di abbassare i loro costi di produzione o di manutenzione, senza alcuna intenzione reale di operare in favore dell’ambiente.

Una campagna di Green Marketing deve quindi, prima di tutto, stabilire una forte credibilità rispetto alla sostenibilità e alla consapevolezza di una determinata azienda. Qui nasce il suo olismo, che deve tenere di conto ogni singolo aspetto della realtà di una produzione, di un servizio o di un qualsiasi tipo di prodotto.

L’onestà e la trasparenza sono assolutamente necessari per raggiungere un obiettivo del genere, a costo di ammettere delle “falle” del sistema. in questo modo, si potrà avere un onesto dialogo con il consumatore, che sarà il primo veicolo di miglioramento e maggiore sostenibilità.

Grande attenzione va inoltre prestata alle certificazioni di “sostenibilità ambientali” presenti al mondo e rilasciate da tanti e diversi organismi. Alcune sono ovviamente più importanti e auspicabili di altre, ma visto che questo tipo di certificazioni si rivolgono a quasi tutti gli aspetti di una produzione o della fornitura di un servizio, dalla nascita dell’idea all’utilizzo che ne viene fatto dal consumatore, senza mai perdere d’occhio lo smaltimento di tale prodotto o servizio, il green marketing deve proprio mirare a raggiungere il numero più alto possibile di tali qualifiche, che sicuramente aiuteranno l’azienda nella sua marcia verso l’affidabilità agli occhi del consumatore.

Commenti disabilitati su Green Marketing: cos’è, cosa studiare e quali sbocchi professionali. Studiare a Napoli

Read more

Perché studiare Arts Communication? Tutti i motivi per diventare un Comunicatore d’Arte.

Perché studiare Arts Communication? Quali sono le competenze acquisite una volta diventato Comunicatore dell’Arte? Quale valore aggiunto mi dà un master in Arts Communication?

Sono queste alcune delle domande più frequenti di chi si ritrova a dover scegliere che tipo di carriera seguire nel mondo dell’arte o per chi, già professionista del settore, intende aggiornarsi professionalmente e deve decidere come approfondire le proprie conoscenze.

Il percorso in Arts Communication, particolarmente nuovo e di recente forgia, si propone come un’ottima opportunità per approfondire le proprie competenze nel mondo dell’arte di comunicare l’arte e del favorirne la diffusione.

Vediamo quindi insieme perché studiare Arts Communication e quali competenze questo percorso accademico porta con sé.

  1. Aumentare le proprie conoscenze interdisciplinari – Una formazione come Comunicatore dell’Arte che si rispetti prevede un approccio fortemente interdisciplinare a questo campo. Sia la comunicazione che l’arte, infatti, poggiano le loro basi su molti aspetti differenti della scienza e della conoscenza umana, svolgendo un’azione di unione tra più settori. Non basta sapere di arte o di comunicazione: competenze che riguardano la psicologia, l’antropologia, il marketing, l’informatica, le nuove tecnologie e l’economia sono altrettanto importanti per un adempimento adeguato ed efficace di questa nuova figura professionale.

  2. Saper applicare i social media alla comunicazione dell’arte – Se da una parte vengono visti come un grande scoglio alla comunicazione, se utilizzati nella giusta maniera i social network possono rappresentare una grande opportunità per il mondo dell’arte e per la sua comunicazione. Il rapporto tra Arte e Canali Sociali è ormai imprescindibile. Affrontare studi mirati all’Arts Communication significa quindi affrontare in modo altrettanto approfondito e mirato i tanti metodi e le tane applicazioni di questi canali di comunicazione virtuali e telematici al mondo dell’Arte e alla sua interazione con il fruitore.

  3. Saper applicare gli strumenti e le metodologie di comunicazione più avanzata al settore specifico dell’arte – Proprio in virtù della multidisciplinarità di questo corso di studi e date le nuove tecnologie e i nuovi metodi su cui si basa la comunicazione nel mondo, il Comunicatore d’Arte apprenderà le tecniche e gli strumenti più all’avanguardia per creare, gestire e analizzare una campagna di comunicazione di successo nel mondo dell’arte. Questo potrà avvenire anche grazie alla creazione e allo sviluppo di nuove ricerche personali condotte nel settore, ma anche grazie alla formazione di canali di comunicazione ad hoc. Si parla sia di strumenti online che strumenti offline utili a raggiungere obiettivi di business e raggiungere il giusto target. In questo modo, sarà possibile imparare a sfruttare al meglio i diversi media e i diversi canali per raggiungere il risultato prefissato.

  4. Contribuire alla formazione dei musei telematici – Proprio grazie alla creazione di un tipo di comunicazione telematica, che quindi può prescindere il luogo concreto e la barriera architettonica, le competenze di un Comunicatore dell’Arte saranno fondamentali per sviluppare i non-luoghi dei musei telematici, ovvero delle realtà virtuali dove comunque sarà possibile continuare a comunicare l’arte e per l’arte al fruitore. L’esperienza di un’opera o l’incontro con un artista non si limiteranno solo al momento dell’incontro stesso, ma potranno essere protratti nel tempo e condurre a nuovi argomenti e nuove conoscenze ancora.
    Attraverso mostre interattive, esposizioni artistiche virtuali ed esperienze altre dalla classica mostra artistica il museo diventerà un luogo di promulgazione artistica di risonanza mondiale e non solo territoriale, sviluppando mostre ed iniziative pensate ad hoc per uno specifico target.

  5. Svolgere un ruolo chiave nell’educazione artistica – Il concetto di museo multimediale permette inoltre di aprire molte porte nel campo dell’educazione, specialmente quando si parla di scuole elementari, medie e superiori, ma anche per quanto riguarda il più approfondito studio universitario. Immaginate il poter andare al museo senza doversi alzare da proprio banco o dalla propria scrivania, consultare opere d’arte e la loro storia, oppure consultare a Napoli gli archivi di un museo di Bologna, o persino del Louvre di Parigi. La qualità dello studio e della divulgazione dell’arte e della sua storia nelle scuole di tutto il mondo potrebbe raggiungere un vertiginoso picco migliorativo. Il tutto, genererebbe più interesse per una materia e un’argomento visti, sinora, come particolarmente arcaici e poco al passo coi tempi.
    Inoltre, una giusta strategia comunicativa da parte del Comunicatore d’Arte potrebbe permettere l’introduzione di artisti ed opere d’arte contemporanee e molto recenti nei Piani di Offerta Formativa e nei Programmi Annuali dei docenti. Questo permetterebbe agli studenti di avere accesso ad ancora più informazioni e ad ampliare ancora di più la loro base conoscitiva.

  6. Effettuare ricerca di settore – Studiare Arts Communications permetterebbe infine di avere accesso al settore della ricerca legata all’arte e alla comunicazione e a come le tecnologie più all’avanguardia di quest’ultima possano aiutare a sviluppare e diffondere ancora di più la prima. Si tratta di un settore in grande sviluppo, che necessita di ricercatori brillanti e attivi.

Commenti disabilitati su Perché studiare Arts Communication? Tutti i motivi per diventare un Comunicatore d’Arte. Studiare a Napoli

Read more

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003

"Codice in materia di protezione dei dati personali" 

Tenuto conto dell'obbligo di informativa nei confronti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali degli studenti, l'Unicusano Università  Telematica Roma, con sede in Roma, in Via Don Carlo Gnocchi 3, in qualità  di titolare del trattamento dei dati Le fornisce le seguenti informazioni:

  1. I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono), raccolti attraverso la compilazione del form o al momento dell'immatricolazione, i dati connessi alla carriera universitaria e comunque prodotti dall'Università Telematica nell'ambito dello svolgimento delle sue funzioni istituzionali, saranno raccolti e trattati, nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e di principi di correttezza e tutela della Sua riservatezza, per finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali dell'Università , in particolare per tutti gli adempimenti connessi alla piena attuazione del rapporto didattico ed amministrativo con l'Università ;
  2. Il trattamento sarà  effettuato anche con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e può consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni tra quelle indicate all'art. 1, comma 2, lettera b) della legge (per trattamento si intende "qualunque operazione o complesso di operazioni svolte con o senza l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione dei dati");
  3. I dati personali saranno inoltre comunicati e diffusi dall'Università  attraverso i propri uffici - sia durante la carriera universitaria dell'interessato che dopo la laurea - a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative di orientamento lavoro (stage) e per attività  di formazione post-laurea;
  4. I dati personali potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici quando la comunicazione risulti comunque necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Università  richieste dall'interessato, quali, ad esempio, organi pubblici preposti alla gestione di contributi per ricerca e borse di studio;
  5. Informazioni relative ai laureati, ovvero nominativo, data di nascita, indirizzo, numero di telefono, titolo della tesi e voto di laurea, saranno immesse sulla rete per consentire la diffusione dei dati nell'ambito di iniziative di orientamento di lavoro e attività  di formazione post-laurea.
  6. Per disattivare le future comunicazioni dirette con UNICUSANO o richiedere la cancellazione dei dati personali raccolti può rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma o inviare una mail con la richiesta di cancellazione all'indirizzo informazioni@unicusano.it. Nei confronti dell'UNICUSANO Università Telematica Roma, Lei potrà  esercitare i diritti previsti dall' art. 7 del Decreto Legislativo n.196/2003, rivolgendosi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma.